ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Resultados de búsqueda

8 resultados.

La XIII Biennale de L’Avana Habana, festa dell’immaginazione

Jorge Alfonso, direttore esecutivo della Biennale, nel suo discorso d’apertura dell’atteso avvenimento, ha invitato i presenti a godere della creazione con la stessa intensità con cui si è lavorato nell’esecuzione dei pezzi.

L’aurora con la Biennale de L’Avana

Per un mese, dal 11 aprile al 12 maggio, la capitale cubana e altre quattro città, Pinar del Río, Matanzas, Cienfuegos e Camagüey, accolgono la XIII Biennale de L’Avana, il più importante punto d’incontro delle belle arti nel paese, con la partecipazione d’almeno 300 creatori di 52 nazioni.

José Manuel Fors, Premio Nazionale delle Belle Arti 2016

Il Premio Nazionale delle Belle Arti 2016 è stato assegnato al creatore  José Manuel Fors. Tra le sue mostre personali ne vanno  segnalate almeno tre: * El paso del tiempo*, *Los retratos* e *Las cartas*.

Anticipi della 13ª Biennale de L’Avana

La conferma di 166 artisti provenienti da 49 paesi, annunciata dagli organizzatori, dimostra il potere di convocazione della Biennale de L’Avana che nella sua 13ª edizione si svolgerà nella capitale cubana dal 12 aprile al 12 maggio del 2019.

Pistoletto, Buren, Kossuth e l’arte come concetto

L’annunciata presenza di Michelangelo Pistoletto, Daniel Buren e Joseph Kossuth nella Biennale rivela il potere di convocazione di una appuntamento che si propone andare oltre i tradizionali spazi espositivi e vincolare la creazione all’andamento quotidiano.

Arte giovane nella Ramistrasse

La conferma della galleria Artemorfosis, di Zurigo come piattaforma europea per la presentazione della creazione visiva cubana, è  caratterizzata dalla promozione dei giovani talenti.

Li Domínguez Fong nella VI Biennale di Pechino

Li Domínguez Fong, che è uno dei due cubani ammessi nella Biennale di Pechino, ha partecipato nella sua carriera a molte esposizioni e fiere artistiche di successo.

L’anno di Guayasamín

Oswaldo Guayasamín (1919-1999)  sarà sempre vigente, maggiormente in un anno in cui si compiono significativi anniversari della sua vita: il 10 marzo di due decenni fa è morto in un ospedale di Baltimora, negli Stati Uniti e il 6 luglio si commemorerà  il centenario della sua nascita a Quito, in Ecuador