ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Il leader della Rivoluzione Cubana ha precisato che l’11 gennaio Maradona aveva parlato della lettera che lui gli aveva inviato e che aveva mostrato suscitando curiosità ma senza precisare nell’occasione alcun dettaglio.

Nell’ultimo fine settimana, ha segnalato Fidel, Maradona ha fatto un altro riferimento allo scambio epistolare tra di loro, attraverso Telesur. Perchè tutto sia chiaro, Fidel include i testi completi dello scambio di lettere che ha avuto con Maradona.

Fidel Castro Ruz

“Ieri spiegavo il mio incontro con i cinque compatrioti che hanno ricevuto il titolo onorifico di Eroi della Repubblica di Cuba e la prestigiosa medaglie Ordine Playa Girón. Erano trascorsi 73 giorni dal loro arrivo nel paese dei recenti liberati, ma per me era prioritario l’incontro di questi compatrioti con le loro famiglie, il controllo medico rigoroso e l’assistenza ai coraggiosi compagni che provenivano dai sotterranei delle odiose prigioni imperiali, dove hanno sopportato l’ingiusta e criminale condanna per impedire gli attacchi dei terroristi che potevano privare della vita qualsiasi bambina o bambino, uomo o donna, persone giovani adulte o anziane.

Il mio interesse fondamentale era, nel tempo necessario, scambiarci idee ed esperienze rivoluzionarie che costituiscono la ragione d’essere delle nostre vite.

Altri dettagli hanno prolungato in qualche modo l’incontro.

I tre compagni che mancavano sono tornati in Patria lo scorso 17 dicembre.

L’11 gennaio Maradona aveva parlato della lettera che gli avevo inviato ed aveva mostrato il documento suscitando curiosità, ma senza precisare i dettagli.

Lo scorso fine settimana ha fatto un altro riferimento al nostro scambio epistolare attraverso Telesur.

Perchè tutto questo sia chiaro, includo i testi completi dello scambio di lettere che ho avuto con lo stesso Maradona.

Fidel Castro Ruz

2 Marzo del 2015

Ore 21. 53 (Traduzione Gioia Minuti).