ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Da sinistra a destra, José Ramón Balaguer Cabrera, la segretaria esecutiva del Forum, Mónica Valente, e il segretario delle Relazioni Internazionali del Fronte Sandinista, Jacinto Suárez. Foto: dell’autore

MANAGUA, Nicaragua.– I circa 300 delegati del  XXIII Incontro del Forum di Sao Paulo hanno ricevuto con un applauso, ieri martedì  18, la designazione di Cuba come sede della riunione del prossimo anno dei partiti di sinistra e progressisti della regione.
«È un regalo di compleanno»,  ha detto  a Granma la segretaria esecutiva del meccanismo di concertazione, Mónica Valente, dopo aver messo in risalto il ruolo del leader storico della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro, nella fondazione del Forum nel 1990, con  il leader brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva.
«Quando ci sono riunioni o incontri a Cuba, sempre ne usciamo con molta più forza, allegria e determinazione», ha aggiunto Monica Valente, che ha espresso la sua fiducia che il XXIV Incontro a L’ Avana servirà da rinforzo ideologico per i militanti.
Il membro della Segreteria del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba e capo della delegazione  dell’Isola all’appuntamento di Managua, José Ramón Balaguer,  ha segnalato a questo quotidiano che l’elezione dell’Isola come sede «è un grande onore e una grande responsabilità nel momento che vive la regione».
«Stiamo convocando  l’unità dei partiti per lottare per il mondo migliore che necessitiamo, che vogliamo e che andiamo a conquistare», ha segnalato Balaguer.
A Cuba si sono svolte varie attività del Forum di Sao Paulo.
Nel 1993 si svolse il IV Incontro, con la partecipazione di 12 partiti e movimenti politici membri, 25 osservatori dell’America Latina e dei Caraibi e altri 44 osservatori dell’America del nord, Europa, Asia e Africa, per un totale generale di 181 forze politiche di tutto il mondo.
Il Forum  ritornò nella capitale cubana nel dicembre del 2001 per  il suo X appuntamento, che contò su 518 delegati di 81 paesi d’America, Europa, Asia, Africa, Medio Oriente e Australia, rappresentanti di 74 partiti e movimenti politici membri, e 127 partiti e organizzazioni invitate.
Negli ultimi 27 anni sono state realizzate molte riunioni del Gruppo di Lavoro, l’ultima nell’aprile del 2013, con un alto livello di partecipazione. ( Traduzione GM – Granma Int.)