ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Il primo vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri di Cuba, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, ha visitato il luogo archeologico di Samaipata Photo: Prensa Latina

LA PAZ.– Il primo vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri di Cuba, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, ha visitato il luogo archeologico di Samaipata nel quarto giorno della sua visita ufficiale in Bolivia.
Díaz-Canel ha espresso il suo interesse verso questo gioiello della cultura pre - incaica, ed ha anche visitato la località  omonima, citata mencionada nel diario del Guerrigliero Eroico, Ernesto Che Guevara.
L’alto funzionario ha constatato che gli abitanti di  Samaipata ricordano il passaggio del rivoluzionario argentino-cubano e della sua guerriglia in questo territorio.
Da giovedì 25 il primo vicepresidente cubano realizza una visita ufficiale in Bolivia con il proposito di stringere i vincoli di fraternità e solidarietà tra i due paesi e rendere omaggio a Che Guevara nel 50º anniversario della sua uccisione.
Come parte del programma, era previsto il percorso di La Higuera –il luogo in cui fu assassinato il guerrigliero – ma l’inclemenza del tempo non ha  permesso alla delegazione cubana di raggiungere il luogo.
Hanno accompagnato Díaz-Canel il ministro boliviano della Difesa, Reymi Ferreira; l’ambasciatore della Bolivia in Cuba, Juan Ramón Quintana; l’ambasciatore  cubano a La Paz, Benigno Pérez, e il console generale dell’ Isola nella città di Santa Cruz, Raúl Sánchez.
Il primo vicepresidente ha anche reso omaggio a Che in un percorso dei luoghi storici di Vallegrande che ricordano la presenza del leader rivoluzionario nel territorio boliviano.
Con la delegazione che lo accompagna, Díaz Canel ha visitato la Fossa dei Guerriglieri, dove sono stati ritrovati i resti di  Tamara Bunke (Tania), la sola donna nella guerriglia e di un altro gruppo di combattenti ed anche il Memoriale Ernesto Che Guevara, costruito nel luogo in cui restarono sepolti per tre decenni i suoi resti e quelli di alcuni dei suoi compagni di lotta. ( Traduzione GM - Granma Int.)