ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Yuri Gala ha assicurato la stampa che ci sono stati passi avanti nei negoziati. Photo: Ismael Francisco

Washington - Le delegazioni di Cuba e degli Stati Uniti hanno lavorato ieri, giovedì 21, per circa sette ore, per tracciare una rotta che pemetterà di ristabilire le relazioni diplomatiche e aprire ambasciate nelle due capitali.

Yuri Gala Lopez, direttore dei Temi Bilaterali della Direzione Generale degli USA della Cancelleria cubana, ha assicurato la stampa che ci sono stati dei passi avanti nei negoziati ed ha annunciato la continuazione del dialogo oggi, venerdì 22, nel Dipartimento di Stato di Washington.

Gala ha confermato che la delegazione cubana è guidata da Josefina Vidal, direttrice generale degli Statu Uniti ndel MINREX di Cuba.

Gli anfitrioni sono rappresentati da Roberta Jacobson, segretaria Aggiunta di Stato per i Temi dell’Emisfero Occidentale.

Le due parti hanno definito positivo l’ambiente che circonda questi dialoghi che dann continuità alle riunioni di gennaio e febbraio e agli altri incontri bilaterali su temi specifici.

Fonti del ministero degli Esteri di Cuba hanno assicurato che la giusta decisione del presidente Barack Obama d’escludere Cuba dalla lista dei paesi patrocinatori di terrorismo internazionale e i progressi nella gestione per garantire i servizi bancari della missione diplomatica cubana a Washington, creano un contesto di bilaterale propizio per avanzare nel ristabilimento dei vincoli diplomatici.

La Jacobson aveva segnalato mercoledì 20, in un’udienza nel Senato, che restano temi pendenti per fare un passo definitivo in questo senso, ma che i due paesi ora sono più vicini che nel passato.

La diplomatica statunitense ha ricordato che nonostante gli annunci del 17 dicembre scorso, un cambio profondo nelle relazioni con Cuba necessita un’azione del legislativo per eliminare il blocco ed ha ricordato che il presidente Obama ha incitato il Congresso a cominciare questo sforzo per superare questo sistema di sanzioni fissato con una legge.

Questa tornata di conversazioni ha suscitato aspettative per la possibilità di concertare un accordo. Importanti mezzi di comunicazione di questo paese, come il The New York Times e il Sun Sentinel, tra gli altri, hanno dedicato al tema importanti spazi nelle loro pagine com’è stato sottolineato.

Sino ad ora uno dei focus di questa tornata era definire quale dovrà essere il comportamento delle future ambasciate e dei loro funzionari, tema indicato nelle Convenzioni di Vienna sulle relazioni diplomatiche e consolari.

Cuba ha insistito sull’importanza del compimento dei contenuti di questi documenti, per dotare di basi solide il ristabilimento dei vincoli diplomatici, rotti più di mezzo secolo fa. ( Traduzione GM – Granma Int.)

Photo: Ismael Francisco
Photo: Ismael Francisco
Photo: Ismael Francisco