ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Miguel Diaz Canel Photo: Estudio Revolución

Il presidente cubano, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, ha reiterato venerdì 29 giugno, la priorità del turismo per lo sviluppo del paese, dato che è diventato una delle attività che genera più entrate per l’economia dell’Isola e ha definito impressionante la portata realizzata dagli anni ’90, quando c’erano solamente 18. 000 abitazioni in tutto il territorio nazionale e oggi si supera moltissimo questa cifra.
Díaz-Canel ha ricordato che l’idea che ha generato questo sviluppo è stata precisamente che il turismo diventasse la locomotiva dell’economia cubana, fatto che pur con tutto quello che è stato realizzato da allora, non è stato  sviluppato completamente.
Díaz Canel ha considerato che la destinazione turistica di Cuba è apprezzata nel mondo intero, per il confort dei suoi alberghi, la bellezza delle sue spiagge e dei paesaggi, la sicurezza delle città, tra le altre attrazioni, ma che si deve continuare a lavorare per la stabilità.
Si importano sempre molti prodotti che si potrebbero produrre nel paese e questo li rende più cari. Per  il turismo si devono sviluppare maggiormente l’agricoltura, le fonti d’energia rinnovabile e le nuove tecnologie.
Con questo fine ogni organismo deve rivedere la sua relazione con il turismo per soddisfare le alte esigenze e le necessità della detta industria senza ciminiere. Oggi abbiamo un cammino aperto di sviluppo e prospettive con il quale non contavamo nei difficili anni del periodo speciale, ha indicato.
Il Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri ha fatto queste dichiarazioni durante la riunione della commissione di governo di stimolo e assicura mento del turismo, guidata dal titolare del settore, ministro Manuel Marrero  Cruz, che da anni si realizza ogni mese con un’agenda per assicurare l’attenzione al crescente arrivo di visitatori, per  elevare la qualità del prodotto turistico cubano e sostituire le importazioni, tra i vari temi.
In questa occasione, il ministro dell’Agricoltura, Gustavo Rodríguez Rollero, ha parlato del rifornimento dei prodotti agricoli per il quale sono state recuperate le strutture delle coltivazioni protette e sono stati realizzato investimento nelle mini industrie, dove si  elaborano alcuni di questi alimenti.
Indubbiamente ci sono problemi soprattutto con gli agrumi, come arance e pompelmi , che dobbiamo importare per via dei danni provocati dalle plaghe per anni a queste coltivazioni.
È molto positivo il vincolo diretto implementato tra i produttori dell’agricoltura e dell’allevamento e gli hotels, perché incrementa la consegna di prodotti freschi o elaborati.
La ministra dell’Industria Alimentare, María del Carmen Concepción González, ha detto che il vasto processo d’investimento che si realizza nel settore permetterà di dare un risposta più opportuna e di soddisfare varie domande che attualmente si soddisfano con le importazioni.
Tra i temi che hanno inciso nell’ultimo anno, l’appoggio al turismo ha evidenziato i problemi con le confezioni e le materie prime.
Il ministro del Trasporto, Adel Yzquierdo Rodríguez, ha informato sul funzionamento del suo settore relativo al trasporto dei lavoratori del turismo, dei clienti dei campeggi e dei turisti,  attiività che si garantiscono senza contrattempi.
Parlando del lavoro realizzato negli aeroporti del paese,  ha sottolineato la diminuzione del tempo d’attesa nei terminali aerei e il miglioramento dell’aria condizionata, delle  offerte di alimenti,  del servizio di dogana e della manipolazione dei bagagli, ottenendo  una maggior soddisfazione dei visitatori.
Parlando delle costruzioni che si realizzano nei poli turistici e nelle città di tutta la nazione, il ministro del settore, René Mesa Villafaña, ha enumerato una serie di hotels che si stanno costruendo a Varadero, Holguín, Trinidad e Santiago di Cuba, che avanzano secondo il cronogramma disegnato e permetteranno d’ampliare  significativamente il numero delle abitazioni su cui conta l’Isola.
Dettagliando i sistemi tecnologici e degli elementi per il turismo, Salvador Pardo Cruz, ministro delle Industrie,  ha segnalato i servizi d’installazione e mantenimento dei pannelli solari, degli ascensori, dei sistemi di sicurezza e delle pompe dell’acqua, così come dell’aria condizionata centrale, tutti di alto impatto per il confort delle installazioni.
Il titolare di Energia e Miniere, Alfredo López Valdés, parlando dei portatori energetici e dello sviluppo di nuove fonti di energia rinnovabile, ha assicurato che si aumenta l’efficienza energetica e soprattutto  il risparmio che ha significato la sostituzione di apparati che consumavano molto.
In modo particolare ha portato l’esempio del cambio delle lampade LED e  l’installazione dei  pannelli solari per riscaldare l’acqua.
Jorge Luis Perdomo Di-Lella, primo viceministro di Comunicazioni  ha puntualizzato gli aspetti della generalizzazione dell’uso delle nuove tecnologie e delle principali azioni che si eseguono per incrementare la qualità dei servizi e ha detto che sino ad oggi sono 300 gli hotels che hanno installato nelle aree comuni le connessioni a internet con tecnologia wifi e questo si vuole estendere a tutto il sistema alberghiero.
Nello stesso tempo si amplia la connessione delle entità che commerciano i pacchetti turistici e sono stati realizzati accordi con un numeroso gruppo di operatori delle telecomunicazioni per l’uso in Cuba dei servizi di roaming, o itineranti, che permettono ai visitatori di mantenere attive nel nostro paese le loro linee telefoniche.
Durante la riunione si è parlato anche dello sviluppo idraulico e Inés María Chapman Waugh, presidente dell’Istituto Nazionale delle Risorse Idrauliche, ha detto che la diagnosi dei principali problemi ha permesso d’identificare chiaramente in quali luoghi è necessario realizzare la manutenzione e in quali un’investimento integrale.
Nelle installazioni turistiche si controllano sistematicamente l’uso razionale dell’ acqua e le azioni per diminuirne il consumo.  
Parlando dei campeggi ha assicurato che è stato eseguito uno studio dettagliato nel quale s’includono le proiezioni per ogni provincia. In questo modo si potranno dare soluzioni puntuali che contribuiranno ad offrire stabilità nel rifornimento dell’acqua ed ha indicato il lavoro che si realizza attualmente nei campeggi del litorale nord del capitale, dove si stanno cambiando 600 metri di tubi. (GM – Granma Int.)