ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Il Governo egiziano ha risposto che realizzerà i propri interessi in politica estera e non accetterà ingerenze esterne. Photo: TELESUR

L’amministrazione del Cairo, ha risposto che perseguirà i suoi interessi in politica estera e non accetterà ingerenze esterne nelle sue decisioni, dopo le minacce del Governo degli Stati Uniti d’imporre sanzioni al paese africano se continuerà  nell’acquisto di aerei da combattimento russi.
«L’Egitto decide da solo sugli acquisti e dirigerà la sua politica estera partendo dai suoi interessi», ha indicato il capo del  Comitato di Difesa Nazionale del Parlamento egiziano, il generale Kemal Amir, in una dichiarazione all’agenzia  Sputnik.
Amir ha chiarito che anche se il paese mantiene una cooperazione strategica con Washington «le decisioni di El Cairo devono andare a beneficio soprattutto per l’Egitto».
«Russia e Egitto mantengono una cooperazione stabile in materia tecnico-militare, e le minacce che gli Stati Uniti proferiscono non potranno danneggiare queste relazioni (...) nè un terzo paese si può immischiare nelle relazioni bilaterali; quí passa una specie di linea rossa», ha avvertito l’ ex funzionario del Ministero di Difesa egiziano, generale Gamal Mazlum.
Pochi giorni fa, il segretario di Stato, Michael Pompeo  ha esposto la possibilità di sanzionare l’Egitto di fronte a un eventuale compera di aerei da combattimento multifunzionali Su-35 dalla Russia e in tono minaccioso durante un’udienza nel Comitato d’Assegnazioni del Senato, ha detto che «L’Egitto e altri paesi che stanno considerando di acquistare armi russe dovrebbero valutare le conseguenze delle loro azioni».
Inoltre l’alto funzionario ha assicurato che esiste una  «situazione simile con la Cina, l’India e la Turchia, che è alleata della NATO» e nello stesso tempo ha richiamato «i paesi che desiderano mantenere e rinforzare le loro relazioni con gli Stati Unii ne terreno militare» a trattare «con serietà» la Legge per Contrarrestare gli  Avversari con Sanzioni (CAATSA la sigla in inglese).
Questo strumento giuridico viene usato dalla Casa Bianca per porre misure punitive di carattere extraterritoriale a qualsiasi persona o Entità con vincoli con il settore russo della Difesa.( Telesur/ GM – Granma Int.)