ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Il procedimento è stato trasferito agli ordini della Procura per incontrare i responsabili. Foto: Twitter/ @PalenciaEndes

Le autorità venezuelane hanno sequestrato un lotto di armi proveniente dagli Stati Uniti, durante un’azione realizzata nel cortile dell’impresa di magazzini Aducarga, ubicato nell’Aeroporto Internazionale Arturo Michelena, nello stato di Valencia, nella regione centrale del paese.

Il viceministro di Prevenzione e Sicurezza Cittadina del Venezuala Endes Palencia, ha informato che durante il processo di un controllo di merci provenenti da Miami è stato scoperto il lotto di armi, entrato nel paese il 3 febbraio scorso.

Hanno partecipato all’operativo molti militari del comando della Zona numero 41 della Guardia Nazionale Bolivariana (GNB) e funzionari del Servizio Nazionale, formato dall’amministrazione doganale e tributaria (Seniat).

Il funzionario ha anche segnalato che il procedimento è stato affidato agli ordini della Procura per continuare le investigazioni e incontrare i responsabili che finanziano gruppi di terroristi che pretendono d’attentare la pace del popolo del Venezuela.

Il materiale bellico era, si presume, destinato a gruppi di terroristi vincolati a piani golpisti in Venezuela, per cui il governo di questa nazione ha rinforzato il lavoro di sicurezza nei porti, nei terminali aerei e nelle zone di dogana per garantire la sicurezza. (Telesur/ GM – Granma Int.)