ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Data di nascita: 26 marzo del 1940 Luogo di nascita: Baltimora, stato del Maryland Nazionalità: Statunitense (ma d’origini italiane) afPartito: Democratico. Photo: AFP

Che Donald Trump, il presidente degli Stati Uniti sia il re di tutte le fobie non è una notizia.

Ma cosa farà di fronte a Nancy Pelosi, donna, che difende le diversità sessuali, difende il programma medico Obamacare e si oppone alla guerra in Iraq, come ha dimostrato nell’esercizio del potere agli inizi di questo secolo, e che incarna la promozione di tutte le sue avversioni?

Nancy Pelosy, è stata eletta giovedì scorso presidente della Camera dei Rappresentanti, diventando la donna più poderosa nel sistema politico statunitense, occupando la terza posizione di potere dopo il presidente e il suo vice.

Di 78 anni, la leader democratica aveva già occupato questo posto tra il 2007 e il 2011, divenendo la prima donna che occupava l’incarico, da dove si oppose alle politiche dell’allora presidente George W. Bush nei suoi ultimi anni di mandato.

Ha accompagnato Barack Obama all’inizio della sua presidenza.

Durante quel periodo è stata una delle artefici dell’approvazione del Obamacare, iniziativa delle più criticate da Trump. Per questo e per altro i repubblicani non la vedono di buon occhio.

Ha già realizzato il suo primo impegno.

La Camera dei Rappresentanti, con maggioranza democratica, ha approvato la legge per far sì il Governo riprenda le operazioni , ma senza assegnare fondi per il muro alla frontiera che Trump esige. Prima Trump aveva promesso di vietare qualsiasi legislazione che non includesse i 5700 milioni di dollari per la costruzione del muro alla frontiera meridionale del paese.

La Pelosi occupa uno scanno per la Contea di San Francisco, in California,dal 1987 ininterrottamente. Precisamente lì aveva cominciato la sua carriera politica prima come volontaria e nel 1976 aveva lavorato per la campagna presidenziale del governatore della California, Jerry Brown.

Dal 1981 la cupola del Partito Democratico era stata realizzata con la presidenza dello stesso Brown in California, e nelle elezioni legislative del 1986 la Pelosi è stata la responsabile nazionale delle finanze dell’organizzazione.

Un anno dopo è giunta al Congresso. ( GM – Granma Int.)