ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Il riscaldamento globale dovuto all’attuale cambio climatico provocato dall’uomo diminuirà la proporzione di terra molto fertile e il numero dei raccolti all’anno, indicano gli esperti dell’Università Ludwig-Maximilian di Monaco.
La tendenza al riscaldamento a lungo tempo si è mantenuta nel 2018 e latemperatura media mondiale quest’anno è stata la quarta più elevata dal 1880 ha informato  uno studio dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale.
Segnali rivelatori del cambio climatico come l’aumento del livello del mare, l’acidificazione degli oceani, oltre allo scioglimento del ghiaccio marino e dei ghiacciai si mantengono, mentre le condizioni meteorologiche estreme seminano la distruzione in tutti i continenti, indica la relazione dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale  (OMM).
Il documento mostra, inoltre che la temperatura media mondiale durante
I primi 10 mesi dell’anno  ha superato di un grado  Celsius quella dell’era pre industriale (1850-1900).
«Le concentrazioni di gas a effetto serra hanno raggiunto livelli senza precedenti e se si mantiene la tendenza attuale è possibile che producano aumenti di temperatura da tre a cinque gradi Celsius per la fine del secolo» ha detto il segretario generale della OMM, Petteri Taalas.
La relazione del’organizzazione segnala anche fatti avvenuti quest’anno, come le inondazioni nello stato indiano di Kerala e in Giappone, e le ondate di calore in gran parte dell’Europa includendo il Regno Unito che hanno provocato incendi forestali in luoghi come la Scandinavia.
Taalas  ha segnalato che siamo la prima generazione che comprende pienamente il cambio climatico e l’ultima che può fare qualcosa al rispetto (PL / GM – Granma Int.)