ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Diaz-Canel. Photo: Estudio Revolución

Nuova York.–In un giorno marcato da una costante e fredda pioggia nella Grande Mela,  il Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri di Cuba, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, è giunto sino alla  Missione Permanente del Vietnam presso le Nazioni Unite per, in nome del popolo e del Governo dell’Isola, offrire le condoglianze per la recente scomparsa del  mandatario di questo fraterno paese, Tran Dai Quang.
Accompagnato dai  rappresentanti permanenti di Cuba e del Vietnam  presso la ONU, Anayansi Rodríguez Camejo e Dang Dinh Quy, il Presidente ha scritto ne libro delle condoglianze : «Il popolo e i Governo cubani ricorderemo sempre con gratitudine il compagno  Quang per il suo permanente contributo al rafforzamento delle storiche  relazioni tra i nostri paesi».
Ed ha aggiunto : « Le nostre più sentite condoglianze al popolo, al Governo e ai familiari del compagno Quang».
Il Presidente del Vietnam, eletto nell’aprile del 2016,è morto il 21 settembre scorso a 61 ani e i suoi onori funebri cominceranno oggi ad Hanoi e simultáneamente in Ho Chi Minh e Ninh Binh.
Da quando si è conosciuta la triste notizia, il popolo cubano, i suoi dirigenti e le organizzazioni hanno espresso il loro dispiacere per la repentina notizia.
Il Primo Segretario del Partito Comunista, Raúl Castro, e il Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, Miguel Díaz-Canel, hanno inviato messaggi alla nazione asiatica, nei quali hanno chiesto d’estendere le condoglianze al Governo, al popolo vietnamita, ai familiari e alle persone vicine al mandatario.
Solo pochi giorni fa, nonostante la sua grave malattia, Tran Dai Quang, aveva ricevuto il primo vicepresidente cubano, Salvador Valdés Mesa, al quale aveva espresso sentimenti d’infinita amicizia dei vietnamiti verso Cuba.
Tran Dai Quang  è stato l’ultimo dignatario ricevuto dal Comandante in Capo, Fidel Castro, nel novembre del 2016, poco prima della scomparsa fisica del leader cubano. ( GM – Granma Int.)