ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Nella riunione sono stati ratificati i vincoli di solidarietà tra Cuba e Venezuela. Foto: PSUV Photo: PSUV

CARACAS.–Diosdado Cabello Rondón, primo vicepresidente del Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV), ha inviato a Raúl Castro Ruz, Primo Segretario del Partito Comunista di Cuba (PCC), un messaggio di sicurezza e fiducia nel trionfo della Rivoluzione Bolivariana di fronte agli attacchi della destra guidati dal imperialismo nordamericano.

In un incontro con Ulises Guilarte de Nacimiento, membro del Burò Politico del PCC, e con José Ramón Balaguer Cabrera, membro della Segreteria del Comitato Centrale e capo del suo dipartimento delle Relazioni Internazionali, Cabello ha segnalato il valore della presenza di Cuba in eventi trascendentali della nazione venezuelana, come il recente IV Congresso del PSUV.

Cabello, che è anche presidente dell’Assemblea Nazionale Costituente (ANC) ha commentato che al contrario di quello che la destra si aspettava, il IV Congresso ha rinforzato l’unità delle forze rivoluzionarie e come risultato sono gli oppositori che sono restati disorganizzati e demoralizzati, che non contano nemmeno su un leader visibile.

Diosdato Cabello ha affermato che non ha mai dubitato dell’unità e della lealtà dei giovani verso la Rivoluzione Bolivariana ed ha ricordato che il 35 % dei 670 delegati avevano meno di 30 anni.

Il dirigente chavista ha detto anche che durante il mese d’agosto si effettueranno in tutto il Venezuela consultazioni per includere nelle misure contro l’assedio economico le proposte dei militanti e dei cittadini in generale.

Ugualmente, il Congresso si è pronunciato per estendere il lavoro del PSUV a tutte le comunità e in particolare con il lavoro delle Unità di Battaglia Bolívar Chávez (UBch), che ubicheranno attivisti incaricati non solo dei temi politici, ma d’incamminare aspirazioni sociali.

Nell’incontro, Ulises Guilarte de Nacimiento ha segnalato che il trionfo bolivariano dipende dalla forza della sinistra latinoamericana ed ha elogiato l’esemplare mostra di unità che si è vista durante l’evento.

Poi ha risaltato che Cuba e il Venezuela soffrono per l’assedio dello stesso potere e ha indicato le misure che le due nazioni incamminano nel fronte economico per garantire i loro processi di liberazione.

Balaguer Cabrera ha accennato alla somiglianza dell’allerta martiana, che con l’indipendenza di Cuba nel XIX secolo “si sarebbe impedito a tempo che gli Stati Uniti si estendessero per le Antille e cadessero con più forza sulle nostre terre d’America”. L’appetito imperiale attuale vuole far crollare con il Venezuela l’ostacolo dell’indipendenza regionale.

«Difendere il Venezuela è essenziale per Cuba e per l’America Latina e i Caraibi, fin tanto che gli Stati Uniti cercheranno d’impedire la nostra integrazione per eliminare tutta l’opposizione alla loro egemonia imperiale», ha affermato Balaguer.

Guilarte de Nacimiento e Balaguer Cabrera sono stati ricevuti precedentemente da Delcy Rodríguez, vicepresidente esecutiva della Repubblica Bolivariana del Venezuela. Hanno partecipato all’incontro con Cabello Orlando Álvarez Acosta, capo del Gruppo di Lavoro di Cuba in Venezuela, e Luis García Trujillo, ministro consigliere dell’ambasciata cubana in Caracas. ( GM – Granma Int.)