ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Il 10 luglio si è svolta a Washington la 4ª riunione tra le autorità degli organi d’applicazione e compimento della Legge di Cuba e degli Stati Uniti.
L’incontro è stato la continuità di quello realizzato nella stessa città il 15 settembre del 2017.
Il proposito di questi scambi è coordinare la cooperazione bilaterale in materia d’applicazione e compimento della legge e avanzare nella lotta contro differenti flagelli che sono una minaccia per la sicurezza dei due paesi, come il terrorismo, il traffico illecito di droghe e presone e ciber delitti  tra l’altro.
La riunione si è svolta in un clima di rispetto e professionalità, ripassando gli scambi nelle distinte aree di sicurezza.
La parte cubana ha fatto riferimento ai risultati concreti di questa cooperazione bilaterale che ha permesso la prevenzione dei delitti e i giudizi contro chi ha violato la legge.
Inoltre ha precisato le informazioni e le richieste di cooperazione pendenti di risposta da parte statunitense, per continuare ad avanzare nella cornice di questo meccanismo. La delegazione di Cuba ha invitato il governo degli Stati Uniti a desistere dalla continua manipolazione politica degli allegati casi di salute che sono diventati un pretesto per l’adozione di nuove misure unilaterali che danneggiano il funzionamento delle rispettive ambasciate e in particolare la prestazione dei servizi consolari dai quali dipendono centinaia di migliaia di persone.
Dopo più di un anno d’investigazioni da parte delle agenzie specializzate e degli esperti di Cuba e degli Stati Uniti, si conferma che non ci sono prove nè ipotesi credibili, nè conclusioni vicine alla scienza che giustifichino le azioni del Governo degli USA contro Cuba a detrimento delle relazioni bilaterali.
Lo stesso segretario di Stato ha affermato il 5 giugno scorso che non è stata stabilita la natura dei danni sofferti dal personale colpito e se esiste una causa comune per tutti i casi.
La delegazione cubana ha reiterato il suo invariabile impegno di cooperare con le autorità degli Stati Uniti per ottenere un chiarimento su questa situazione. Garantire la salute e la sicurezza dei cubani e dei cittadini stranieri è stata, è, e  sarà sempre una priorità del Governo di Cuba.
Le due parti hanno accordato di dare continuità a questo dialogo e di mantenere la realizzazione degli incontri tecnici tra le garanzie d’applicazione e compimento della legge dei due paesi, per dare corpo alla cooperazione bilaterale.
La delegazione cubana era formata da rappresentanti del ministero degli Interni, delle Relazioni Estere, la Giustizia, la Procura Generale e la Dogana Generale della Repubblica. La parte statunitense era formata dai rappresentanti dei dipartimenti di sicurezza interna, giustizia e Stato. (GM -Granma Int.)