Sono 25 le vittime dell’eruzione di un vulcano, in Guatemala › Esteri › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Eruzione di un vulcano in Guatemala. Photo: Prensa Latina

Sono 25 i morti in conseguenza dell’eruzione del vulcano Fuego, la cui miscela di lava e fango ha trascinato con sè la colonia San Miguel Los Lotes, nel meridionale dipartimento di Escuintla, ha informato Prensa Latina.

In accordo con la Coordinatrice Nazionale per la riduzione dei Disastri (Conred), 18 persone erano rimaste bloccate nelle loro case che sono state trascinate via dalla corrente del colosso entrato in eruzione la mattina presto di domenica.

Testimonianze di sopravvissuti e immagini diffuse nel pomeriggio e la notte di domenica dal Canale 23 mostrano che la tragedia è avvenuta verso le 15.00 e che i corri dei soccorritori sono restati sino alle 21, quando sono stati sospesi temporaneamente i lavori di riscatto.

La popolazione teme che ci siano altre persone prigioniere tra le macerie e il materiale vulcanico, in una zona danneggiata anche dalle piogge violente delle ultime ore.

L’importanza del disastro ha obbligato il Governo a decretare lo Stato di Calamità Pubblica nei dipartimenti di Chimaltenango, Escuintla e Sacatepéquez, dopo una riunione urgente del Consiglio dei Ministri.

Le Autorità della Salute hanno informato che varie persone con ustioni gravi sono state trasferite negli ospedali Roosevelt e San Juan de Dios, della capitale, dov’è caduta abbondante cenere e sabbia, tanto da costringere ad interrompere le operazioni nell’aeroporto internazionale La Aurora.

In accordo con l’ultimo rapporto della Conred si riportano 653 sfollati dei quali 378 in Escuintla e 275 a Sacatepéquez, due dei tre dipartimenti più colpiti dalla seconda eruzione di quest’anno, quella più violenta.

La furia del colosso si è fatta sentire con forti esplosioni, colonne di cenere di seimila metri d’altezza e la maggior quantità mai vista di flussi di frammenti rocciosi (piroclastici).

La tragedia mantiene in allerta arancio il paese, anche se è passata l’allerta rossa peri i dipartimenti di Escuintla, Chimaltenango e Sacatepéquez per poter eseguire più speditamente i lavori d’evacuazione e salvataggio. ( GM – Granma Int.)