Gli imprenditori turchi e le opportunità d’investimento in Cuba › Esteri › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Cuba presenta opportunità d’investimenti in Turchia. Photo: Prensa Latina

La viceministro cubana del Commercio Estero, Ileana Núñez Mordoche, e la direttrice della Zona Speciale di Sviluppo (ZED) di Mariel, Ana Teresa Igarza, si sono riunite a Istambul ieri lunedì 4 con un gruppo d’imprenditori della Turchia per cercare dei punti di contatto.

La riunione si è svolta nella sede della Giunta delle Relazioni Economiche Estere (DEIK) con la presenza di un numeroso gruppo d’imprenditori turchi che hanno espresso il loro interesse di cooperare in diverse aree della produzione.

Durante la presentazione la Núñez ha segnalato l’importanza di Cuba come porta d’entrata delle merci turche in America latina e nei Caraibi, contando con accordi di complementazione economica e con la pratica totalità di tutti i paesi della regione.

La viceministro cubana ha spiegato che negli ultimi dieci anni gli investimenti stranieri nel paese si sono triplicati e che attualmente si conta sulla partecipazione di più di 300 imprese di 75 nazioni.

Inoltre ha segnalato che gli obiettivi prioritari di Cuba rispetto agli scambi commerciali e alle possibilità d’investimento in aree vanno dal trasporto e le infrastrutture, all’industria agro alimentare, passando dal turismo e la biotecnologia, tra l’altro.

La responsabile della ZED di Mariel ha informato sulle facilità offerte alle firme con progetti per la zona a livello d’infrastrutture e vie di comunicazione, d’accompagnamento e assistenza per le documentazioni e la messa in marcia delle imprese.

Igarza ha spiegato che ci sono già 35 compagnie stabilite con un volume d’affari superiore a 1226 milioni di dollari che hanno generato 5000 posti di lavoro diretto. ( GM – Granma Int.)