La Maggiore delle Antille e la UE stringono la cooperazione › Esteri › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Bruxelles.– Cuba e l’Unione Europea (UE) hanno stretto, ieri martedì 15, la loro cooperazione in energia rinnovabile ed hanno fissato nuove aree di dialogo in materia di non proliferazione delle armi di distruzione di massa e l’applicazione di obiettivi per uno sviluppo sostenibile.
L’alta rappresentante della UE per la politica estera, Federica Mogherini, e il cancelliere cubano, Bruno Rodríguez Parrilla, sono stati protagonisti ieri, a Bruxelles,  della prima edizione del Consiglio  Congiunto Cuba-Unione Europea ed hanno firmato un programma del valore di 18 milioni di euro,  il cui obiettivo è aiutare  Cuba nella sua meta d’ottenere il 24 % dell’elettricità da fonti di energia rinnovabile.
In una conferenza stampa Federica Mogherini ha spiegato che le due parti preparano anche un progetto di 21 milioni di euro sulla sicurezza alimentare e l’agricoltura sostenibile e avanzeranno negli scambi, nella cornice della celebrazione dell’Anno europeo del Patrimonio Culturale, ha informato EFE.
La riunione di ieri è stata la prima di questo tipo dopo l’accordo di dialogo politico e cooperazione firmato dalle due parti nel dicembre del 2016, in vigore provvisorio dal novembre del 2017.
«Oggi ci riuniamo per completare il cambio di pagina e lanciare il nostro lavoro congiunto per l’implementazione di questo accordo (...) che ha messo fine a un’anomalia: sino ad ora Cuba era uno dei pochi paesi del mondo senza vincoli con la UE pur essendo questa il primo socio dell’Isola», ha detto la Mogherini.
Il Cancelliere cubano ha considerato che: «Lo stato attuale delle Relazioni UE – Cuba mette in evidenza la capacità di costruire spazi per il dialogo e la cooperazione a beneficio reciproco».
Rodríguez Parrilla ha commentato che esistono condizioni favorevoli per l’incremento delle relazioni commerciali e d’investimento in Cuba ed ha ringraziato per la posizione di condanna della UE del blocco  imposto dagli Stati Uniti contro l’Isola.
«Il blocco continua a rappresentare il principale ostacolo per lo sviluppo pieno dei vincoli economici e commerciali tra la UE e Cuba»,  ha sottolineato. (GM – Granma Int.)