ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Convenzione della Rete Globale d’Integrità Giudiziaria Photo: Prensa Latina

Il presidente del Tribunale Supremo Popolare di Cuba, dottor Rubén Remigio Ferro, è arrivato a Vienna, la capitale austriaca guidando una delegazione del suo paese al Forum per la presentazione della Rete Globale d’Integrità Giudiziaria, iniziato ieri, lunedì 9 aprile.

La riunione, organizzata dall’Ufficio delle Nazioni Unite contro la Droga e il Delitto (UNODC), si svolge per due giorni nella sede della ONU a Vienna e convoca i più alti rappresentanti degli organi giudiziari del mondo, segnala la nota di Prensa Latina.

L’obiettivo centrale è lo stabilimento di un’istanza internazionale che si dedichi a difendere l’integrità giudiziaria e a prevenire la corruzione nei sistemi di giustizia.

Nel discorso d’apertura dell’incontro di due giorni, il direttore della Divisione delle Relazioni Internazionali della UNODC, John Brandolino, ha segnalato l’importanza di questa Rete «come una piattaforma per condividere esperienze e unire gli sforzi tra i giudici di tutto il mondo».

Come parte degli obiettivi dell’evento, si prevede l’adozione di una Dichiarazione che contenga gli impegni internazionali, per continuare a dibattere le sfide comuni, le pratiche ottime e le idee innovatrici, per produrre iniziative e promuovere l’integrità, la resa dei conti e la trasparenza nei sistemi di giustizia.

La delegazione cubana è formata dall’incaricata agli affari a.i. dell’ambasciata di Cuba, Marieta García Jordán; dal direttore di Comunicazioni e Relazioni Internazionali del Tribunale, Pedro Medina Gutiérrez, e dalle terze segretarie della missione cubana in Austria, Beatriz Lauzarique Montiel e Susette Hernández González. ( GM – Granma Int.)