ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

GINEVRA.–Israele  ha l’obbligo legale di compensare i costi economici provocati da cinque decenni d’occupazione, per aver ostacolato l’attività economica dei territori occupati e per impedire il loro progresso e sviluppo, ha segnalato mercoledì 4 un rapporto della ONU.
Il testo aggiunge che Tel Aviv  deve aprire un’investigazione sulla repressione recente nella Striscia di Gaza, nella quale sono morti almeno 17 palestinesi e ci sono stati migliaia di feriti, ha segnalato ancora la ONU.
Israele ha rifiutato l’investigazione sollecitata dalle Nazioni Unite ed anche successivamente dall’Unione Europea  (UE).
«Hanno fatto quello che dovevano fare. Credo che tutte le nostre truppe meritino un riconoscimento e non ci saranno investigazioni», ha dichiarato il ministro della Difesa  israeliana, Avigdor Lieberman.
La crudele repressione armata d’Israele contro la pacifica manifestazione palestinese ha provocato la commozione della comunità internazionale e le critiche di paesi e di Ong’s che hanno condannato “l’eccesivo uso della forza”.
Cuba ha condannato energicamente l’aggressione dell’esercito israeliano contro la popolazione palestinese perchè rappresenta una grave e flagrante violazione della Carta delle Nazioni Unite e del Diritto Internazionale Umanitario. ( GM – Granma Int.)