Negli USA l’Associazione Nazionale del Rifle fa causa alla Florida perchè ha elevato l’età per comprare armi › Esteri › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

WASHINGTON.— L’Associazione  Nazionale del Rifle (NRA) ha promosso una causa contro lo stato nordamericano della Florida con il fine di bloccare una legge che porta da 18 a 21 anni l’età minima per comprare armi da fuoco.
La principale lobby delle armi degli USA, che è stata bersaglio di numerose critiche nel mezzo di un forte dibattito esistente nel paese sul controllo delle armi, ha presentato venerdì 9, un’azione legale dopo che il governatore Rick Scott ha promulgato la normativa.
La Legge di Sicurezza nelle Scuole  Marjory Stoneman Douglas, nominata così per la scuola media in cui sono state uccise 17 persone in una sparatoria nel febbraio scorso, otre ad elevare l’età minima per comprare le armi impone un periodo di attesa di tre giorni per accedere alla maggioranza delle armi a lunga gettata.
Inoltre l’iniziativa finanzierà programmi di salute mentale e sicurezza scolare per un ammontare di 300 milioni di dollari e altri 26 milioni si destineranno a demolire  l’edificio dov’è avvenuta la sparatoria del 14 febbraio e costruire poi nello stesso luogo un monumento in memoria.
Inoltre la legge descrive un programma volontario ch permetterà alle scuole di preparare e armare alcuni membri del personale tra i quali non ci saranno gli educatori a tempo pieno,  come diceva la proposta del presidente Donald Trump ricevuta con un forte rifiuto da  molti settori.
Anche se non prevede di mettere le armi nelle mani dei maestri il testo sì apre il programma ad altri funzionari delle scuole, dagli allenatori ai bibliotecari, per i quali destina 67 milioni di dollari.
La causa della NRA si centra nella parte della legislazione che aumenta il limite d’età per l’acquisto di armi da fuoco, perché secondo il gruppo di pressione “castiga i proprietari di armi rispettosi della  legge, per  le azioni criminali di individui disturbati.
Evitare che un giovane responsabile di 20 anni compri l’arma migliore per la propria autodifesa non fermerà le intenzioni criminali di squilibrati dal commettere un delitto.
Un comunicato dell’organizzazione aggiunge che considera la nuova legge una violazione delle 2ª e 14ª ammende costituzionali.
La Procuratrice Generale della Florida, Pam Bondi, una delle denunciate nella domanda d’azione giudiziaria, ha sostenuto di sentirsi orgogliosa della legge.
«Questo progetto non è perfetto e disgraziatamente non ci riporterà le 17 vite perdute nell’orribile sparatoria nella scuola, ma la sicurezza dei nostri bambini non è un problema politico, è semplicemente realizzare la cosa corretta», ha detto.
Il massacro nella Marjory Stoneman Douglas ha portato di fatto gli adolescenti sopravvissuti a divenire protagonisti di un grande movimento che esige azioni da parte dei legislatori nel controllo delle armi e li chiama a non accettare più contributi della NRA ( GM – Granma Int.)