ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

I passi avanti di Cuba nell’assistenza delle persone della terza età, sono stati mesi in risalto nel Forum “L’età dell’invecchiamento” con sede a Nuova York, auspicato dal Fondo della Popolazione della ONU.

Juan Carlos Alfonso Fraga, direttore del Centro degli Studi su Popolazione e Sviluppo, ha detto che l’assistenza di queste persone è diventata una priorità per l’elevato livello d’invecchiamento della popolazione cubana, ha informato il sito digitale CubaMinrex.

Il funzionario ha indicato che attualmente quasi il 20 % dei cubani ha più di 60 anni e che per il 2025 si arriverà al 25 %, per cui sarà necessario continuare ad intensificare il lavoro multidisciplinare e intersettoriale.

Alfonso Fraga ha aggiunto che la qualità della vita del popolo si è elevata considerevolmente, come dimostra il fatto che la speranza di vita tocca i 79 anni e la mortalità infantile è di soli 4 per ogni mille nati vivi.

Lo specialista cubano ha assicurato che l’invecchiamento della popolazione è un elemento positivo e nello stesso tempo un’opportunità e un impegno per rinforzare le politiche pubbliche indirizzate alle persone della terza età.

Poi ha parlato dei progressi attuali in materia legislativa e della loro espressione nella pratica quotidiana in temi come la previdenza sociale, il lavoro, le pensioni, la salute e la protezione di fronte a rischi di disastri.

Fraga, rivolgendosi agli esperti internazionali di differenti paesi ch hanno partecipato all’incontro organizzato dalle Nazioni Unite, ha sottolineato che le conquiste esposte nel Forum sono state possibili grazie alla ferma volontà politica del Governo Rivoluzionario e allo sforzo di tutto il popolo. (Traduzione GM – Granma Int.)