ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
La breccia tra ricchi e poveri Photo: Europa Press

L’82% della ricchezza mondiale generata nel 2017 è andata nelle mani del 1% più ricco della popolazione mondiale, ha avvertito l’organizzazione umanitaria internazionale Oxfam in un rapporto pubblicato domenica 21 , citato dalla catena Telesur.

"Il boom dei mille milionari non è segno di un’ economia prospera, ma un sintomo del fallimento del sistema economico", cita il rapporto di Winnie Byanyima, direttrice esecutiva della Oxfam Internacional.

L’organizzazione ha avvertito che la breccia tra i “ricchi” e i “poveri” si è accentuata durante l’anno scorso in maniera drammatica: il 50% della popolazione che vive in povertà nel mondo (3.700 milioni di persone) non ha ricevuto nessun miglioramento nelle sue finanze.

Senza dubbio “si è prodotto il maggior aumento nella storia del numero di persone la cui fortuna supera i 1000 milioni di dollari, a un ritmo di nove nuovi multimilionari ogni anno”.

In America Latina e nei Caraibi, il 10% più ricco della popolazione accaparra il 68% della ricchezza totale.

Le fortune dei mille milionari si sono incrementate in 155.000 milioni di dollari nell’ultimo anno.

Queste cifre dovrebbero essere sufficienti per far terminare di quasi due volte la “povertà monetaria” nella regione.

Nel suo rapporto la Oxfam definisce le donne povere come il settore più danneggiato dalle brecce mondiali. (Traduzione GM - Granma Int.)