ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Audrey Azoulay nuova direttrice generale della Unesco Photo:unesco.

PARIGI.–La nuova direttrice generale della Unesco, la francese Audrey Azoulay, ha espresso la sua volontà di trasformare l’organizzazione in uno spazio per il dialogo, in un mondo pieno di confronti.
«Il nostro proposito è creare spazi di dialogo in un momento nel quale questo manca »,  ha sostenuto parlando alla stampa pochi minuti dopo la sua ratificazione come guida di Unesco, durante la votazione realizzata  nella 39ª Conferenza Generale, che è terminata il 14 novembre.
In accordo con la ex ministro di cultura della Francia: «Viviamo in un mondo complesso che affronta sfide alla quali nessuno Stato può rispondere da solo», ha informato PL.
Poi ha parlato di temi come l’incremento dell’oscurantismo, le minacce di estremismo violento, la distruzione dell’ambiente, la negazione della diversità. «Questi fenomeni avvengono in parallelo a una rivoluzione scientifica e tecnologica senza precedenti, che cambia radicalmente la forma in cui gli esseri umani si relazionano. In questo contesto vogliamo preservare un mondo con un volto umano, e se  vogliamo evitare conflitti dobbiamo agire in ambiti chiave che appaiono al centro del mandato della Unesco: educazione, cultura,  scienza e comunicazione».  
Per questo la priorità del lavoro è fomentare il dialogo nell’insieme degli Stati membri e convincerli attraverso la pertinenza delle azioni della Unesco», ha sostenuto.
Conosciuti i risultati delle votazioni nelle quali Audrey Azoulay ha ottenuto l’appoggio di 131 nazioni, la francese si è rivolta ai rappresentanti dei paesi riuniti nell’Assemblea Generale.
La nuova direttrice generale ha assunto le sue funzioni ufficialmente il 15 novembre, al termine del mandato di otto anni della politica bulgara Irina Bokova, la prima donna che ha diretto questo organismo specializzato delle Nazioni Unite. ( Traduzione GM - Granma Int.)