ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

MOSCA-. Russia e Venezuela hanno analizzato la cooperazione sia a livello di partiti che di governi, nela cornice di una conferenza di organizzazioni di sinistra dedicata al  centenario della Grande Rivoluzione Socialista d’Ottobre
Il dirigente comunista russo Guennadi Ziuganov  ha parlato con il ministro venezuelano d’Educazione, Elías Jaua, e il capo delle Relazioni Internazionali  dell’Assemblea Nazionale Costituente (ANC) di questo paese, Adán Chávez.
Ziuganov ha ricordato il  comandante Hugo Chávez, con il quale aperse nel suo momento un’esposizione  a Volgograd ed ha  affermato che la sua organizzazione è disposta a cooperare con il Venezuela quando  è necessario in questo momento difficile, ha segnalato.
 Jaua  ha segnalato che il presidente venezuelano, Nicolás Maduro, ha inviato una delegazione d’alto livello alla celebrazione per la Rivoluzione d’Ottobre «per ratificare il nostro impegno di mantenere l’idea del socialismo, la cui sostruzione fu dichiarata da Chávez nel 2005», ha ricordato, riportato da Prensa Latina.
Poi ha parlato della corrente storica.
«Rivendichiamo la Rivoluzione d’Ottobre come l’esperienza più avanzata del socialismo», ha segnalato Jaua.
«Ringraziamo la solidarietà dei partiti di sinistra e del presidente russo, Vladimir Putin, nella lotta per respingere l’aggressione imperialista contro il nostro paese », ha affermato in un incontro privato, nella cornice del Forum.
«Abbiamo incontrato nel  PCFR e nel partito di governo Russia Unita, la più chiara solidarietà con la causa del popolo venezuelano e non possiamo non partecipare alla commemorazione dei dieci giorni che cambiarono il mondo», ha sottolineato. ( Traduzione GM  - Granma Int.)