ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

LUANDA.–« «Kifangondo e Cuito Cuanavale sono spazi della geografia e della storia dell’Angola indimenticabili per la sensibilità patriottica dei cubani», ha affermato il primo  vicepresidente Miguel Díaz-Canel.
Díaz-Canel ha visitato il Museo Nazionale di Storia Militare, a Luanda, come parte del suo soggiorno in questo paese, da lunedì  scorso, per partecipare alla nomina ufficiale del  presidente Joao Lourenço.
Lo hanno  accompagnato nella visita guidata  Cándido van Dunem, ministro dei Vecchi Combattenti e  Silvestre Antonio Francisco, direttore dell’ istituzione, dove sono esposti circa 0.000 pezzi relazionati alla storia di questo paese e soprattutto alla  lotta per la sua indipendenza.
«Questo museo, a nostro modo di vedere, ha l’enorme responsabilità di Far conoscere questa  bella ed eroica storia alle future generazioni ». ha scritto l’alto dirigente cubano nel libro dei visitatori.
 «Noi cubani ci sentiamo molto orgogliosi per questa storia. È un orgoglio sano e senza vanità», ha aggiunto.
«Siamo venuti a lottare con i fratelli angolani in questa terra per la sua indipendenza e poi per contribuire alla pace e allo sviluppo del paese», ha sostenuto.
Inoltre ha incontrato parte dei collaboratori cubani che realizzano missioni in questo paese africano.
L’agenda del primo vicepresidente cubano ha compreso un omaggio  al comandante internazionalista Raúl Díaz Argüelles, morto in combattimento l’11 dicembre del 1975, a un giorno dalla proclamazione della sovranità.
In un incontro con  Lourenço, le due parti hanno constatato i vincoli storici di amicizia tra i popoli e i governi di Cuba e dell’Angola.
Oggi giovedì 28  prima di concludere il suo viaggio di quattro giorni qui,  Díaz-Canel visiterà il  monumento agli eroi della battaglia di Kifangondo, del 10 novembre del 1975. (Traduzione GM – Granma Int.)