ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Il ponte di Oaxaca, prima e dopo la seconda scossa. Photo: Twitter

Messico.— Tre scosse di seguito hanno fatto tremare di nuovo la terra messicana, con epicentro a  Oaxaca, a sud della capitale, in uno Stato che era stato danneggiato dalla scossa del 7 settembre.

Photo: Twitter

Nella capitale oaxaquegna ci sono stati momenti di panico tra la popolazione per i movimenti tellurici ripetuti nella mattina, il primo con forza 6,4, il secondo  6,1, e il più recente 5,8 nella scala di Richter, con epicentro in questo Stato, ha informato  il Servizio Sismologico Nazionale.
Le scosse si sono sentite anche a Oaxaca, Chiapas, Puebla, Veracruz, Tabasco e in alcuni punti di Città del Messico.
Luis Felipe Puente, coordinatore della Protezione Civile, ha indicato che i lavori di riscatto delle vittime della scossa di martedì scorso sono state momentaneamente sospese per controllare le condizioni di sicurezza nei luoghi dei crolli, nella capitale.
Rapporti preliminari informano che a Oaxaca alcune case sono crollate.
Carlos Valdés, direttore del Centro Nazionale di Prevenzione dei Disastri, ha considerato che si tratta di repliche del movimento tellurico del 7 settembre , che ha provocato decine di morti in Oaxaca e Chiapas, dove sono crollate migliaia di case.
Ripresi nella capitale i lavori di riscatto dopo le nuove scosse

Photo: Twitter
Photo: Twitter
Photo: Twitter


I lavori di riscatto in diversi crolli provocati dal terremoto di martedì sono ripresi dopo la scossa con epicentro in Oaxaca.
Gli operativi si sono interrotti quando è suonato l’allarme sismico, e sono ripresi dopo le valutazioni delle condizioni di sicurezza.
Anche se sono passati alcuni giorni dal terremoto di forza  7,1 del 19  settembre, che ha provocato la morte di circa 300 persone, continuano gli sforzi per trovare dei sopravvissuti sepolti sotto le montagne di cemento armato fratturato.
Partecipano a questo impegno centinaia di militari, esperti, volontari messicani, specialisti in riscatto di Colombia, Ecuador, Israele, Portogallo, Stati Uniti e Giappone, tra i tanti paesi.( PL / Traduzione GM- Granma Int.)