ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

NAZIONI UNITE.- L’osservatore permanente palestinese presso la ONU, Riyad Mansour, ha accusato Israele nel Consiglio di Sicurezza, di stimolare con le sue azioni illegali un nuovo ciclo di violenza che seppellisce la soluzione dei due stati.
«Le autorità  israeliane seguono un’agenda di distruzione che negli ultimi giorni ha come centro la Spianata delle Moschee in Gerusalemme Orientale occupata, e in particolare la moschea di Al Aqsa», ha avvertito il diplomatico.
In accordo con l’ambasciatore, al centro del problema ci sono l’occupazione e la colonizzazione israeliana.
Mansour ha insistito che la situazione può raggiungere peggiori conseguenze di fronte al pericolo che le restrizioni d’accesso a Al Aqsa e la repressione in Gerusalemme orientale portino il conflitto su un piano religioso.
«Il Consiglio di Sicurezza deve agire per risolvere questa minaccia alla pace internazionale, in una crisi che trova un consenso fermo e chiaro nel mondo con la soluzione dei due stati con le frontiere precedenti al 1967», ha affermato ( Traduzione GM - Granma Int.)