ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Reuters

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni United ha analizzato lo stabilimento di una nuova missione politica d’appoggio alla pace accordata in Colombia tra il governo e las FARC-EP, ha informato Prensa Latina.
Si spera che l’organo di 15 membri, presieduto questo mese dalla Cina, adotti in maniera unanime una risoluzione, approvando la forza di pace, in presenza della cancelliere colombiana, María Ángela Holguín.
La nuova missione avrà la responsabilità di verificare la nuova incorporazione dei guerriglieri alla vita civile e le condizioni di sicurezza in questo processo, la seconda tappa della materializzazione dell’accordo firmato nel novembre scorso tra il Governo e le Forze Armate Rivoluzionarie di Colombia -Esercito del Popolo  (FARC-EP) per porre fine a decenni di conflitto interno.
Il 27 giugno è terminata con la consegna delle armi individuali da parte degli insorgenti, la fase controllata dalla prima missione politica della ONU, creata dal Consiglio di Sicurezza nel gennaio del  2016.
In una missiva indirizzata al Consiglio e al segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, il 5 giugno, il presidente colombiano, Juan Manuel Santos, ha espresso l’interesse delle parti nella nuova forza ed ha segnalato elementi del suo mandato.
Alcuni diplomatici hanno anticipato, in condizioni d’anonimato, il progetto di risoluzione che si dovrebbe approvare e che fissa l’inizio della missione per il 26 settembre di quest’anno con una durata iniziale di 12 mesi.