ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Maduro ha denunciato di nuovo le intenzioni della destra Photo: AVN

CARACAS.-Cuba ha riaffermato domenica 25 il suo appoggio al popolo del Venezuela di fronte all’aggressione imperiale, con una guerra non convenzionale, ha indicato l’ambasciatore dell’Isola in questo paese, Rogelio Polanco che, citato da PL, ha ratificato la solidarietà e la cooperazione della patria di José Martí con quella di Simón Bolívar e dei  popoli del mondo che lottano per liberarsi dall’assedio e dalle minacce dell’imperialismo statunitense che pretende d’eliminare i processi d’indipendenza.
Polanco ha sottolineato che «la solidarietà è oggi più latente che mai tra i nostri popoli».
«Oggi continuiamo ad avere un’intensa relazione con il Venezuela attraverso le esemplari missioni create dal Governo bolivariano per portare salute, educazione, cultura e sport al popolo venezuelano di Bolívar e di Chávez».
«Contate sull’appoggio del popolo cubano e dei popoli del mondo, Il Venezuela non è solo!», ha puntualizzato il diplomatico, parlando nel programma.
El kiosko veraz, trasmesso domenica 25 dalla Venezolana de Televisión.
Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha rivelato l’esistenza di piani contro la stabilità del paese in una trama dell’estrema destra nazionale e di settori esterni.
Durante il programma 90 Los Domingos con Maduro, il mandatario ha risposto ad alcune domande sorte dopo la denuncia dell’esistenza d’una cospirazione contro la Rivoluzione Bolivariana.
Maduro  ha detto che «i nemici vogliono creare condizioni per uno stato di tensione generale e nominare una giunta di transizione con i due obiettivi del piano golpista scoperto questa settimana».
In un’altra parte dei suoi commenti ha detto che questa settimana è stata frenata l’agenda golpista promossa a livello internazionale dal governo degli Stati Uniti attraverso l’Organizzazione degli Stati Americani (OSA) e l’Organizzazione delle Nazioni Unite a Ginevra, luoghi dove si pretendeva di condannare la patria di  Bolívar.
Poi ha assicurato che era interesse di Washington promuovere una dichiarazione contro la nazione per consumare un piano d’intervento.
«L’ imperialismo e i suoi alleati si sono proposti di fomentare un colpo internazionale contro il Venezuela, ma questa settimana abbiamo ottenuto una doppia vittoria internazionale, nella ONU e nella OSA», ha dichiarato.
( Traduzione GM - Granma Int.)