ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Il presidente non eletto è investigato per presunti reati di corruzione passiva, blocco della giustizia e associazione illecita. Photo: Brasil de Fato

BRASILIA.- La Polizia Federale del Brasile ha confermato l’autenticità dell’audio nel quale il presidente di fatto di questa nazione sudamericana, Michel Temer, ordina il pagamento di mazzette, una delle prove che mantengono il governante sulle corde.
«I periti hanno trovato punti di discontinuità tecnica, cioè variazioni nel segnale di audio provocate da questioni tecniche, senza segnali di frode o d’edizione» ha informato il quotidiano  O Globo, che cita un rapporto della Polizia Federale.
Constatando che ci sono solo interruzioni dell’audio consegnato come prova dall’ imprenditore Joesley Batista, le autorità hanno screditato la versione della difesa del leader del  Partito del Movimento Democratico Brasiliano (PMDB), ha segnalato  Telesur.
Il presidente non eletto è investigato per presunti reati di corruzione passiva, blocco della giustizia e associazione illecita
I sospetti che Temer abbia partecipato «con vigore» a temi di corruzione appare evidente dalle confessioni fatte da dirigenti del gruppo, uno dei più grandi produttori ed esportatori di carne del mondo che, in un accordo di cooperazione giudiziaria hanno segnalato una serie d’irregolarità nelle quali Temer sarebbe coinvolto.