ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Gli indipendentisti hanno incitato i cittadini a non andare a votare. Photo: TELESUR

SAN JUAN.- I movimenti indipendentisti  hanno realizzato una carovana in Puerto Rico contro il referendum sullo status dell’Isola, realizzato domenica 11.
I movimenti indipendentisti di Puerto Rico hanno realizzato una carovana per condannare il plebiscito consultivo sullo Status dell’isola rispetto agli USA e per esigere la libertà.
Puerto Rico ha organizzato il referendum consultivo con il quale è stato chiesto ai cittadini se desiderano l’annessione come Stato degli USA, l’indipendenza o l’attuale Status dell’Isola.
I portoricani hanno votato a favore dell’annessione agli Stati Uniti nel referendum non vincolante, marcato da un’altissima astensione.
Il 97% dei votanti, circa mezzo milione di cittadini, ha optato per questa opzione, ma va detto che la partecipazione è stata solamente del 22%, dei 2.2 milioni di cittadini con diritto al voto.
Questo plebiscito è stato respinto dai movimenti indipendentisti che assicurano che non ha alcun effetto politico, ma darà solo un secondo respiro al sistema politico di Puerto Rico.
Nella cornice del Giorno Nazionale della Bandiera, i portoricani  hanno occupato le strade  per dire “No al referendum”, una consultazione fraudolenta degli Stati Uniti nemmeno considerano. ( Traduzione Gm – Granma int.)