ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Evo Morales Photo: Prensa Latina

I principali media della stampa in Bolivia hanno segnalato le dichiarazioni del presidente Evo Morales, che ha affermato che l’imperialismo  nordamericano attenta contro la sovranità dei popoli latinoamericani, con interventi militari, colpi di stato e destabilizzazione economica.
Durante la presentazione dell’antologia 'Un secolo  d’interventi degli Stati Uniti  in Bolivia', il cui autore è l’ambasciatore di questo paese in Cuba, Juan Ramón Quintana, il mandatario ha indicato che: «Il nemico delle future generazioni è il
capitalismo».
Inoltre ha elogiato il lavoro di Quintana e lo ha definito : «Un’opera di totale impegno con la patria boliviana, che servirà per spiegare ai giovani le azioni d’ingerenza degli USA nella nazione delle Ande e dell’Amazzonia».
Questo studio è un’analisi minuziosa sulla dinamica storica delle relazioni bilaterali tra  Washington e La Paz dal 1900 al 2000, attraverso le relazioni  diplomatiche, le istituzioni finanziarie e le agenzie di sicurezza e cooperazione.
Secondo Quintana : «Dovevamo correggere questo capitolo della storia boliviana, la cronologia di un periodo estremamente complesso nel quale gli Stati Uniti hanno esercitato  il controllo e il dominio economico e politico nel paese. Il proposito di questo studio è superare l’enorme e significativo vuoto d’informazione e conoscenza, per far sì che i boliviani comprendano il ruolo
di questa potenza imperiale nella costruzione dello Stato nazionale», ha riferito.  
Poi ha segnalato il lavoro del capo dello Stato, Evo Morales, nello scontro all’egemonia nordamericana nel paese, nazionalizzando le risorse naturali e recuperando le imprese energetiche.
La serie di sei volumi, conta su una bibliografia delle analisi di migliaia di quotidiani per tutto il XX secolo, circa 400 memorandum, telegrammi, lettere, messaggi segreti tra i governi di Bolivia e Stati Uniti e archivi fotografici.
“Un secolo d’interventi degli Stati Uniti in Bolivia”, si può scaricare nella web:
 www.cia.bo , nel sito digitale che si dedica allo studio delle differenti forme d’intervento  nordamericano nelle nazioni dell’America Latina, soprattutto della Bolivia. (PL/ Traduzione GM – Granma Int.)