ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Concerto a Río de Janeiro contro Temer. Photo: Reuters

RÍO DE JANEIRO.— Migliaia di brasiliani si sono riuniti a Río de Janeiro per ascoltare le grandi figure della musica brasiliana in un concerto realizzato per esigere la rinuncia del presidente non eletto Michel Temer e la realizzazione di nuove elezioni.
Accusato da gravi denunce di corruzione , Temer non vuole dimettersi, ma il suo mandato pende appena un filo di fronte alla pressione popolare e al rischio dell’allontanamento della sua base d’appoggio parlamentare, ha informato l’agenzia AFP.
«Se lo spingiamo, Temer cadrà», gridavano domenica 28 i manifestanti nei due concerti.
Tra i cantanti presenti nella celebre spiaggia di Copacabana, c’erano Caetano  Veloso, icona del tropicalismo, il movimento avanguardista che rivoluzionò la musica brasiliana negli anni ‘70, e Milton Nascimento, un’altra stella della stessa generazione.
Il concertó ha riunito tendenze diverse, come la samba di Teresa Cristiana y Martnalia e il rap di Mano Brown y Criolo.
La manifestazione è stata convocata dal movimento di sinistra che ha recuperato il lemma delle elezioni «Dirette già» utilizzato agli inizi degli anni’80, che reclamavano la fine della dittatura militare (1964-1985).
In accordo con la Costituzione, se Temer sarà destituto o si dimette, il Congresso sarà incaricato di designare il suo successore nei seguenti 30 giorni.
Molti brasiliani però rifiutano questo procedimento per la mancanza totale di prestigio del Congresso, in cui decine di membri sono investigati per corruzione. (Traduzione GM - Granma Int.)