ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

QUITO.— Il primo vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri di Cuba, Miguel Díaz-Canel, è giunto in questa capitale per partecipare all’insediamento   del mandatario ecuadoriano eletto, Lenín Moreno.
Díaz-Canel al suo arrivo all’aeroporto  internazionale Mariscal Sucre, dove è stato ricevuto dal cancelliere  ecuadoriano, Guillaume Long, ha detto: «Giungendo in questa bella terra delle Ande giunga il nostro fraterno e caldo saluto al popolo dell’Ecuador!»
Poi ha felicitato Moreno per il suo trionfo nelle elezioni definite con il ballottaggio il 2  aprile e il governante Movimento Alianza PAIS, la forza politica protagonista di questa importante vittoria delle  forze della sinistra, che supera i confini dell’Ecuador ed è una vittoria di tutta l’America Latina in un momento cruciale della nostra storia.
Il primo vice mandatario ha sottolineato che Cuba va alla nomina ufficiale difendendo - con molta priorità- l’unità regionale.

«Per questo chiamiamo tutti i paesi del mondo ad osservare strettamente il proclama dell’America Latina e dei Caraibi come Zona di Pace e in questo impegno d’integrazione latinoamericana riconosciamo l’importante ruolo che gioca l’Ecuador», ha segnalato.
Inoltre ha confermato la volontà e la decisione de L’Avana d’appogiare il nuovo governo ecuadoriano negli scambi economici e sociali propiziati dalla Rivoluzione Cittadina guidata per poco più di dieci anni dall’uscente capo di Stato, Rafael Correa.
«Ratifichiamo il nostro desiderio, la nostra ansia e la sicurezza che continueremo ad avanzare per approfondire e ampliare le nostre relazioni economiche e sociali ed anche di cooperazione», ha concluso.
Le delegazione cubana è stata la seconda a giungere in questa nazione sudamericana per assistere al programma del giuramento di Lenín Moreno, realizzato nell’Assemblea Nazionale.

Prima della delegazione cubana è giunta quella vietnamita e la rappresentazione della Russia ha seguito quella di Cuba.  
La viceministro delle Relaioni estere di Cuba, Ana Teresita González, e l’ambasciatore de Lavana a Quito, Rafael Dausá, accompagnano Díaz-Canel nel suo soggiorno.
Nella notte Correa ha offerto una cena ufficiale alle delegazioni di visitatori e dopo il suo insediamento, il nuovo Capo di Stato offrirà un pranzo agli ospiti.
( Traduzione GM - Granma Int.)