ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Jorge Valero, ambasciatore del Venezuela presso la ONU a Ginevra. Photo: Prensa Latina

GINEVRA.— L’ambasciatore del Venezuela presso la ONU a Ginebra, Jorge Valero, ha denunciato le azioni violente e di terrorismo promosse nel suo paese da settori fascisti che vogliono distruggere la Rivoluzione Bolivariana, hanno informato fonti diplomatiche.
In un incontro con diplomatici di numerosi paesi, il rappresentante di Caracas ha presentato un documentario che mostra l’alto grado di violenza e terrorismo che caratterizza le azioni dei gruppi armati d’ispirazione fascista.
Queste bande, si legge nel testo  presentato, hanno provocato omicidi, feriti, distruzione di installazioni pubbliche e private, in ospedali pediatrici, centri d’assistenza, in scuole, hanno provocato blocchi stradali e assedi in zone residenziali, in alcuni punti focalizzati del Venezuela.
«I cecchini assassinano i cittadini e i dipendenti pubblici; vari agenti dei corpi di sicurezza sono stati massacrati, linciati da questi gruppi criminali», ha denunciato l’ambasciatore durante la conversazione, ed ha aggiunto che anche istituzioni e caserme sono state attaccate dai terroristi, includendo paramilitari provenienti da altri paesi.
Di fronte a tali situazioni ha sottolineato che «Il  Governo Nazionale, attraverso i corpi di sicurezza dello Stato protegge i cittadini e le istituzioni pubbliche  e private di tutto il paese».
Valero ha precisato che esercitando questa funzione si circoscrivono le norme costituzionali che esigono il rispetto assoluto dei diritti umani e delle libertà fondamentali.
In questo contesto il rappresentante diplomatico ha ricordato i reiterati richiami del presidente Nicolás Maduro al dialogo politico, con la partecipazione di tutti i settori nazionali.
«Sfortunatamente, nell’opposizione comanda il settore violento, terrorista e fascista che ricatta coloro che vogliono dialogare e non permette che partecipino al dialogo, mentre dell’estero si fomentano la violenza e il terrorismo».
Hanno partecipato all’incontro gli ambasciatori dei paesi dell’Alleanza Bolivariana per i Popoli di Nuestra America: la boliviana Nardy Suxo, el cubano Pedro Luis Pedroso, l’ ecuadoriano Víctor Cabrera Hidalgo e il nicaraguense Luis Alberto Vargas.
Inoltre erano presenti rappresentanti diplomatici di numerosi paesi come Russia, Cina, Egitto, Algeria, Etiopia. ( PL/ Traduzione GM – Granma Int.)