ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

NUOVA YORK.–Una grande coalizione  latinoamericana di portata nazionale contro il  presidente degli Stati Uniti, Donald Trump: questa è l’intenzione dei leaders delle organizzazioni pro immigranti radicati nel paese nordamericano.
In contatto con l’agenzia di notizie dello Stato del Messico, Notimex, il leader del Senato della California, Kevin de León,  ha detto che una coalizione latinoamericana “è necessaria e urgente”.
«Viviamo momenti molto difficili ora che abbiamo piu di 100 giorni d’amministrazione Trump e non possiamo abbassare le braccia, dobbiamo continuare  a lottare uniti contro le pessime decisioni», ha sostenuto De León.
Il senatore ha partecipato al vertice statale dei latini e dei messicani che si è svolto nell’Università della California, in  Riverside, dove si sono riunite più di 300 persone, ha informato Telesur.
«Dobbiamo continuare ad organizzarci e far sì che quelli che possono divengano cittadini il più presto possibile», ha considerato De León.
Hanno partecipato a questo incontro anche simpatizzanti del presidente, che reggevano pannelli e cartelloni con scritte come “Amiamo Trump” o “Costruiamo il muro”.
I sostenitori di Trump hanno interrotto gli interventi ed hanno reclamato persino che gli oratori non parlassero in spagnolo, generando un ambiente di tensione, per cui in diverse occasioni sono stati minacciati d’espulsione dalla sala. (Traduzione GM- Granma Int.)