ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Il presidente dei  Consigli di Stato e dei Ministri, Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz, ha inviato le sue felicitazioni al  rappresentante di Alianza País, Lenín Moreno, che domenica 2 aprile  ha sconfitto la destra del suo paese nella seconda tornata  delle elezioni presidenziali «Mi congratulo per la vittoria elettorale che inizierà una nuova tappa della Rivoluzione Cittadina e darà continuità all’impegno di questa fraterna nazione con l’unità e la difesa della sovranità di Nuestra America », ha scritto Raúl in una lettera lo stesso 2 aprile.
Il presidente di Cuba ha ratificato l’appoggio dell’Isola ai cambi iniziati più di un decennio fa dal presidente uscente Rafael Correa.
«Cuba  vi accompagnerà con l’amicizia e la solidarietà di sempre», ha aggiunto il Generale d’Esercito prima di terminare con l’invio «della sua più alta considerazione e stima» verso Moreno.
Il presidente eletto, come ha riportato l’agenzia  Andes, ieri lunedì 3 aprile, ha ringraziato per i numerosi saluti e le congratulazioni inviate dai leaders latinoamericani dopo la sua vittoria nella seconda tornata delle elezioni.
«Grazie ai presidenti latinoamericani per le loro telefonate e i loro messaggi d’auguri e d’affetto. Rinforzeremo la nostra integrazione», ha assicurato nel suo spazio della rete sociale Twitter.
I presidenti della Bolivia, Evo Morales; di El Salvador, Salvador Sánchez Cerén; della Colombia, Juan Manuel Santos; del Venezuela, Nicolás Maduro; del Cile, Michelle Bachelet; e la ex mandataria argentina, Cristina Fernández, tra i tanti, hanno inviato felicitazioni a Moreno per la vittoria.
Tra coloro che hanno espresso il loro appoggio al presidente eletto c’è anche il fondatore di WikiLeaks, Julian Assange,  a cui l’ambasciata ecuadoriana offre asilo in Londra dal  2012.
Il cancelliere della nazione sudamericana, Guillaume Long,  ha annunciato che anche la cancelleria sta ricevendo messaggi di molti paesi fraterni che felicitano il popolo ecuadoriano per la sua festa elettorale ( Traduzione GM - Granma Int.)