ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
A Santiago migliaia di persone hanno mostrato la loro solidarietà con il movimento NO+AFP. Photo: TELESUR

Santiago del Cile - Decine di migliaia di cileni hanno realizzato domenica 26 una manifestazione definita storica contro le Assicuratrici dei Fondi delle Pensioni (AFP)
A Santiago una vera  folla ha percorso in forma pacifica la Alameda Bernardo O' Higgins nel centro della  capitale, con una  notevole presenza di famiglie solidali  con il movimento NO+AFP.
Persone di tutte le età hanno formato la marcia, una manifestazione che si è svolta in diverse città del Cile : Concepción, Antofagasta, Valparaíso, Puerto Montt, Temuco, Viña del Mar e Talca, tra le tante.
Luis Mesina, leader del NO+AFP, ha invitato la presidente della Repubblica,Michelle Bachelet, ad accettare le proposte del movimento, che vuole porre fine alle assicurazioni private e migliorare il sistema pensionistico del Cile.
«Speriamo che in qualche momento intendano che sulla base delle riforme non miglioreremo le pensioni; abbiamo iniziative concrete alle quali non fanno caso»,  ha sottolineato Mesina, che si è congratulato per lo storico appoggio della popolazione.
Bárbara Figueroa, presidente della Centrale Unitaria dei Lavoratori (CUT),  ha risaltato il clamore popolare di /Non un soldo di più alle AFP/,  in accordo con la ministra del Lavoro, Alejandra Krauss.
Barbara Figueroa  ha riconosciuto le contraddizioni per l’atteggiamento opposto del ministro al Patrimonio, Rodrigo Valdés, La Krauss, in accordo con la farse /Non un soldo di più alle AFP/, è divenuta popolare ed ha provocato i commenti di Valdés.
La gigantesca manifestazione di domenica ha accentuato il rifiuto del sistema privato delle pensioni, eredità della dittatura di Augusto Pinochet, e anche se le proteste hanno un taglio sociale, cominciano ad avere un notevole peso politico, ha riferito Prensa latina (PL / Traduzione GM - Granma Int.)