ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
In questi contenitori si depositeranno le armi della principale guerriglia colombiana. Photo: La FM

Bogotà – I primi contenitori delle Nazioni Unite (ONU) in cui i guerriglieri delle FARC- EP in fase di smobilitazione depositeranno le loro armi, sono arrivati nel dipartimento  colombiano La Guajira, ha informato Caracol Radio.
Il 24  novembre scorso  il presidente Juan Manuel Santos e il leader delle  Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia-Esercito del Popolo (FARC-EP), Timoleón Jiménez,  hanno firmato l’accordo definitivo con il quale s’impegnavano a terminare un lungo conflitto.
Attualmente i membri del movimento sono concentrati in 19 zone e sette punti transitori di normalizzazione, nei quali abbandoneranno le armi in loro possesso e si preparano per  reintegrarsi socialmente.
«Questo è un impegno delle FARC-EP e del Governo: realizzare in un periodo di 180 giorni per far sì che le armi siano deposte nei contenitori e i membri di questa guerriglia siano registrati e passino alla vita civile», ha commentato l’Alto Commissario per la Pace, Sergio Jaramillo, citato dall’emittente nazionale.
Nonostante i ritardi nell’adeguamento   degli accampamenti temporanei, per i quali si responsabilizza l’esecutivo, le FARC - EP hanno reiterato la loro disposizione di onorare la parola data e avanzare nel disarmo,  che potrebbe terminare alla fine di maggio, in corrispondenza con quanto progettato inizialmente.  (PL/ Traduzione GM - Granma Int.)