ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Antonio Guterres. Foto: un.org

Il segretario generale della ONU, António Guterres, ha incitato nel Giorno Internazionale della Donna a dare potere alle donne come unica forma per proteggere i loro diritti e garantire che realizzino tutto il loro potenziale.
Nel suo messaggio per la data, il funzionario ha avvertito che la situazione delle donne e delle bambine sta peggiorando in molte parti del pianeta, vittime della discriminazione , la violenza e la mancanza d’opportunità, tra i tanti mali, ha riportato Prensa Latina.
“I diritti delle donne sono diritti umani. Senza dubbio in questi tempi così difficili, mentre il nostro modo diventa sempre più imprevedibile e caotico, i diritti delle donne e delle bambine si riducono, limitati e revocati”, ha avvertito.
In accordo con il segretario generale della ONU, gli squilibri storici di potere tra uomo e donna, aggravati dall’aumento delle disuguaglianze nelle società  e nei paesi, stanno provocando una maggior discriminazione contro le donne.
I diritti delle donne, che non sono mai stati uguali a quelli degli uomini in nessun continente, si stanno sgretolando ulteriormente.
Il diritto della donna sul proprio corpo è messo in discussione e respinto.
Le donne sono sistematicamente oggetto d’intimidazione, maltrattamento  e provocazione sia nel ciber spazio che nella vita reale.
Guterres ha anche condannato che gli estremisti e i terroristi costruiscano le loro ideologie attorno alla sottomissione delle donne, includendo le bambine, che usano come oggetti per la violenza sessuale e che, per ragioni di genere, sono obbligate a matrimoni forzati, vivendo praticamente in condizioni di schiavitù.
Poi ha criticato che, nonostante alcuni passi avanti negli ultimi anni, le donne sono sempre colpite dalla differenza economica e al minor accesso agli incarichi in differenti settori dei livelli della società.
Il segretario generale ha stimato che l’Agenda 2030 di sviluppo sostenibile rappresenta per la comunità internazionale un’opportunità per avanzare
verso l’uguaglianza di genere e il potere delle donne.
L’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Diritti Umani, Zeid Ra´ad Al Hussein, ha insistito sull’urgenza d’abbandonare le pratiche, tradotte in occasioni in leggi, indirizzate a controllare le decisioni delle donne sul loro corpo, la loro salute e la loro vita.
Zeid ha offerto il suo appoggio alle donne che nei cinque continenti lottano per i loro diritti.
“È tempo di unirci per proteggere le conquiste e sostenerle”, ha affermato.
( Traduzione GM - Granma Int.)