ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Estudio Revolución

Il presidente di Cuba, Raúl Castro, è giunto ieri, domenica 5, in Venezuela per partecipare al XIV Vertice Straordinario dell’ ALBA-TCP, durante il quale si renderà omaggio al comandante Hugo Chávez nel quarto anniversario del suo decesso. Al suo arrivo all’aeroporto internazionale Simón Bolívar di Maiquetía, è stato ricevuto dal vicepresidente venezuelano Tareck El Aissami.

Sono state convocate al Vertice circa 200 personalità del mondo, includendo capi di Stato e primi ministri che uniranno le forze delle nazioni membri dell’organizzazione per accrescere l’unità e lo sviluppo internazionale, segnala l’informazione di Prensa Latina.

Sono già giunti in Venezuela, tra gli altri invitati, il presidente del Nicaragua, Daniel Ortega, il suo omologo della Bolivia, Evo Morales, il cancelliere di Cuba, Bruno Rodríguez, e il capo della diplomazia boliviana Fernando Huanacuni.

La ministro delle Relazioni Estere del Venezuela, Delcy Rodríguez, aveva anticipato che il capo della nazione sudamericana, Nicolás Maduro, avrebbe inaugurato il XIV Vertice Straordinario.

Photo: Estudio Revolución

L’apertura, ieri domenica 5, del Vertice dell’ ALBA-TCP (Alleanza Bolivariana per i Popoli di Nuestra América-Trattato del Commercio dei Popoli), è iniziata con una girrnata d’omaggio a Hugo Chávez (1954-2013) che si estenderà in tutti gli Stati della Nazione sudamericana e che si concluderà ufficialmente il prossimo 15 marzo.

Il ministro di Cultura, Adán Chávez, ha annunciato due giorni fa che la giornata d’omaggio è dedicata alla tappa dal 1975 al 1982, da quando Chávez terminò l’Accademia Militare sino al noto Giuramento del Samán de Güere (quando Chávez e un gruppo di ufficiali decisero d’organizzare il Movimento Bolivariano Rivoluzionario 200).

Ieri è stato realizzato anche il Forum “Chávez, un soldato fatto popolo”, ed è stata officiata una messa ecumenica nella Caserma della Montagna dove ogni giorno si commemora la sua scomparsa.

“Vogliamo, ha detto il ministro, trasformare la caserma della Montagna in uno spazio dove bambini, giovani e adulti conoscano meglio il leader rivoluzionario attraverso attività culturali”.

Il Forum “Chávez antimperialista”, previsto per oggi lunedì 6 de marzo, come incontro dei membri della Rete degli Intellettuali e gli Artisti in Difesa dell’Umanità, e la riunione preparatoria per la 1ª Conferenza Internazionale delle Organizzazioni Popolari e i Movimienti Sociali, sono altri incontri organizzati per rendere omaggio a Chávez.

Il 5 marzo del 2013, Maduro, allora vicepresidente del paese, annunciò la morte di Chávez, notizia che colpì fortemente la comunità internazionale, specialmente in America Latina e i movimenti progressisti del mondo.

La cooperazione, lo sviluppo sociale e la solidarietà sono stati elementi imprescindibili per contribuire allo sviluppo della regione, così come sognarono gli eroi José Martí e Simón Bolívar.

L’ ALBA-TCP, organizzazione regionale formata dai paesi dell’America Latina e dei Caraibi, concepita per lottare contro la povertà e l’esclusione sociale, fondata nella capitale cubana con il leader rivoluzionario Fidel Castro (1926-2016), è uno dei legati politici più importanti di Hugo Chavez. ( Traduzione GM – Granma Int.)