Il Vicepresidente cubano ha partecipato alla manifestazione per il Giorno degli Eroi del Mozambico › Esteri › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Prensa Latina

Il vicepresidente del Consiglio di Stato di Cuba, Salvador Valdés Mesa, ha partecipato, invitato dal presidente del Mozambique, Filipe Nyusi, alla cerimonia ufficiale per il Giorno degli Eroi.

Alle nove di mattina il mandatario mozambicano ha posto una corona di fiori davanti alla cripta a forma di stella nel mezzo di un’immensa piazza, dove riposano i resti di alcuni dei migliori figli di questa terra africana.

Poi è iniziata la sfilata verso l’interno del recinto, dove si vedono varie nicchie di marmo bianco.

Le principali sono quelle con incisi i nomi di Eduardo Mondlane e Samora Machel, vicine alla porta del luogo solenne che gode d’illuminazione naturale, dove Valdés Mesa, l’unico invitato straniero ha fatto un inchino in omaggio, come tutti i ministri , i membri del Parlamento, i dirigenti del partito Frelimo, ex presidenti del paese e dell’Assemblea Nazionale, e il corpo diplomatico accreditato a Maputo.

Poi Nyusi ha fatto un discorso in occasione del Giorno degli Eroi, ed ha inviato un messaggio di pace e riconciliazione al popolo del Mozambique.

Poi con il membro del Burò Politico del Partito Comunista di Cuba, il governante ha percorso l’area della Piazza nella quale si erano concentrate   migliaia di persone.

Nyusi e Valdés Mesa, ascoltando grida di evviva e d’appoggio popolare, hanno osservato la vistosa e colorita presentazione delle diverse manifestazioni artistiche che compongono il minestrone culturale della nazione.

Il 3 febbraio, giorno di Festa Nazionale, è stato stabilito per ricordare i morti nelle lotte per la liberazione, per liberarsi dal giogo coloniale portoghese, sino alla conquista dell’indipendenza, il 25 giugno del 1975.

Mondlane, fondatore nel 1962 del Fronte per la Liberazione del Mozambique (Frelimo), fu assassinato il 3 febbraio del 1969 e Machel, il primo presidente del paese nominato dopo l’indipendenza, perse la vita il 19 ottobre del 1986 in un incidente d’aviazione in circostanze ancora da chiarire.

Al termine della cerimonia, il vicepresidente del Consiglio di Stato ha visitato la sede del Frelimo, dove ha avuto un amichevole e caldo incontro con il segretario generale dell’organizzazione, Joaquim Machava.

Il dirigente cubano realizza a Maputo l’ultima tappa di un giro ufficiale in tre paesi dell’Africa, iniziato il 26 gennaio in Etiopia.

Ad Addis Abeba, la capitale etiope, Valdés Mesa ha partecipato, rappresentando Cuba come invitato, al 28º Vertice dei Capi di Stato e di Governo dell’Unione Africana.

La seconda tappa del viaggio è stata il Sudafrica, dove sono stati ratificati i forti vincoli d’amicizia con il governo e i membri della triplice alleanza, oltre all’eccellente livello di cooperazione bilaterale e multilaterale.

Accompagnano il vicepresidente, il direttore generale dei Temi Bilaterali del Ministero delle Relazioni Estere di Cuba, Gerardo Peñalver; il direttore dell’ Africa Subsahariana dello stesso organismo, Ángel Villa, e il generale di brigata Arnaldo Tamayo Méndez, Eroe della Repubblica di Cuba, con Raúl García, ambasciatore de L’Avana a Maputo. (Traduzione GM – Granma Int.)