ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Bávaro, Repubblica Dominicana - Il presidente di El Salvador, Salvador Sánchez Cerén, ha ricevuto la presidenza pro tempore della Comunità degli Stati Latinoamericani e Caraibici (Celac) per il 2017.
Al termine del V Vertice dei Capi di Stato e di Governo di questo  Forum di concertazione, Sánchez Cerén  ha ringraziato per la fiducia dei membri nel suo paese ed ha espresso il suo impegno per stimolare gli accordi realizzati ieri nella Repubblica Dominicana.
Poi ha ricordato la decisione di costruire questo meccanismo e l’apporto dei leaders  Fidel Castro e Hugo Chávez,  due uomini che hanno lavorato decisamente alla sua creazione.
“La CELAC, ha detto, implica unità, fraternità e rispetto della diversità per potenziare gli interessi della regione e cercare insieme, con una maggior presenza e forza in altri spazi di livello globale le giuste aspirazioni dei popoli
latinoamericani e caraibici.
Il mandatario ha segnalato che le conquiste di questo organismo sino ad oggi sono state realizzate grazie alle esperienze positive e agli sforzi per giungere a consensi come la dichiarazione della regione come Zona di Pace, libera dalle armi nucleari.
La CELAC conta  inoltre con un piano per la sicurezza alimentare, la nutrizione e lo sradicamento della fame, e questo è un passo per garantire il diritto per un’alimentazione di qualità per i popoli, ha aggiunto ed ha indicato  l’appoggio degli organismi multilaterali come la Commissione Economica per l’America Latina e i Caraibi, la Fao, la Aladi, e la Olade.
Poi ha segnalato la creazione di diversi gruppi di lavoro e dei Forum di dialogo politico e di cooperazione con importanti soci extra regionali che confermano che siamo in un buon cammino.  
Il capo di Stato ha ricordato che i paesi della CELAC  devono lavorare e ottenere nuovi consensi  per affrontare con successo le sfide pendenti. Non solo per rispettare gli impegni assunti all’interno della regione, ma soprattutto per dare benessere ai nostri cittadini e alle nostre cittadine.
Salvador Sánchez Cerén ha sottolineato che il consolidamento della CELAC esige una visione strategica capace di rinforzare il processo regionale e che inoltre progetti i nostri passi avanti e le posizioni a livello globale come una sola voce in maniera costante.
“Il mio paese , ha detto, promuoverà durante la sua presidenza pro tempore  la ricerca di consensi e la dinamica che ha sempre avuto la Comunità, continuandola  perchè si consolidi durate quest’anno.
“Il nostro impegno con questo Forum è integrale e siamo disposti a mettere tutto il nostro impegno per continuare il cammino che altri paesi fratelli hanno iniziato nelle presidenze precedenti e sarà necessario uno sforzo e il valoroso appoggio di tutti i paesi membri, senza eccezioni”, ha detto ancora, ed ha reiterato che questo è l’unico meccanismo di dialogo e concertazione che raggruppa tutti i  33 paesi dell’America Latina e i Caraibi e quindi la più alta espressione della nostra volontà politica di unità nella diversità.
Poi ha invitato tutti i membri a riaffermare il loro impegno con la CELAC e a collaborare con El Salvador per portare avanti questo spazio.