ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Città del Messico – L’Assemblea Legislativa del Distretto Federale ha approvato ieri, martedi 18, all’unanimità, un punto d’accordo per esortare la Camera dei Senatori,  che attraverso il Potere Esecutivo  Federale istruisca la rappresentazione messicana nell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a difendere, promuovere e votare a favore della necessità di porre fine al blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti d’America contro la Repubblica di Cuba.
La proposta presentata per iniziativa della deputata Vania Roxana Ávila García, membro del Gruppo Parlamentare  Movimento Cittadino, al quale si sono sommati i gruppi parlamentari del Movimento di Rigenerazione Nazionale  (Morena) e il Partito della Rivoluzione Democratica (PRD),  ha segnalato che il blocco è un’azione d’aggressione unilaterale contro uno Stato sovrano, che danneggia anche i diritti di molti altri paesi, tra i quali il Messico,per il suo carattere d’extraterritorialità.
“Il Messico, in accordo con i suoi principi di politica estera ha votato nella gran maggioranza delle occasioni, nella cornice dell’Assemblea Generale della ONU, a favore della necessità di porre fine al blocco commerciale economico e finanziario imposto dagli Stati Uniti d’America contro Cuba da più di mezzo secolo e che il 2016 non potrà essere un’eccezione”, ha dichiarato la legislatrice.
Hanno rappresentato l’Ambasciata di Cuba in Messico, nella sessione ordinaria dell’Assemblea Legislativa del Distretto Federale, il consigliere politico, José Alberto Prieto, il Secondo Segretario Abel Derivet e il Terzo Segretario, Dany Tur. ( Traduzione GM – Granma Int.)