ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Roma - Il programma integrale di sviluppo Plan Turquino-Manatí di Cuba è stato elogiato a Roma da  por Rosalaura Romeo, segretaria del programma Alleanza per le Montagne,  coalizione volontaria delle Nazioni Unite con sede nella capitale italiana.
“Cuba è membro fondatore di questa Alleanza, sorta nel 2002 nella cornice del Vertice della Terra realizzato a  Johannesburgh, in Sudafrica, ma sono molti anni che questo piccolo paese dei Caraibi sviluppa un piano integrale di maneggio delle montagne degno  da imitare”, ha detto la funzionaria della ONUI a Prensa Latina.
Il Plan Turquino-Manatí, ha aggiunto, è un’esperienza molto valida per un efficace sviluppo della montagna ed è sorto in un’epoca precoce, con elevate componenti economico - produttive, socieli e ambientali
“Per questo in tutti questi anni abbiamo utilizzato il programma Turquino-Manatí come un buon esempio per un maneggio integrale della montagna, nel quale gli abitanti  hanno potere e svolgono un ruolo da leaders nel suo sviluppo”, ha indicato ancora la Romeo.
Il Programma di Sviluppo Integrale della Montagna Plan Turquino, nato nel 1987 include non solo il 18% delle zone montagnose del paese, ma anche altre che costituiscono obiettivi strategici e comprende 50 municipi, apportando benefici a circa 700.000 abitanti di dieci province con rilievi montagnosi.
Nella stessa data fu creato il Sistema di ripopolazione forestale noto come Plan Manatí, (un municipio della zona orientale di Cuba dove inziarono le azioni del Piano) per preservare l’ambiente e creare ed ampliare i fondi di legname e dei boschi . (info PL/ Traduzione GM – Granma Int.)