ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
I prodotti della biotecnologia cubana sono presenti nella nazione asiatica da alcuni anni. Photo: Morejón, Roberto

Pechino – La Cina promuove oggi lo sviluppo della biotecnologia, partendo dalla costruzione con Cuba di una Zona di Cooperazione Industriale di Tecnologia Biologica.
Le autorità del Governo municipale di Changchun, in provincia di Jilin e i rappresentanti dell’impresa cubana  BioCubaFarma hanno riaffermato il loro interesse di rendere concrete vari azioni nell’articolazione di questa alleanza strategica, ha informato PL.
A Jilin funciona già dal 2003, con la cooperazione cubana, l’impresa mista Changchun Heber Biological Technology, il cui obiettivo principale è la manifattura di prodotti biotecnologici.
Nel maggio di quest’anno è stato firmato un Accordo cornice per la costruzione congiunta della Zona de Cooperazione Industriale di Tecnologia Biologica Cuba-Cina.
La sfera della biotecnologia cubana è presente nella nazione asiatica con le imprese miste Biotech, ubicata nella Zona Speciale di Sviluppo di Pechino e la citata Chang Heber, al nord del paese.
Biotech è l’impresa incaricata di produrre e commerciare l’anticorpo monoclonale umanizzato Ni­motuzumab-R3, ottenuto da Cuba e utilizzato nel trattamento combinato di chemioterapia e radioterapia, nei tumori avanzati.
( Traduzione GM – Granma Int.)