ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
La Brigata Medica cubana elogiata in Guinea Ecuatorial. Photo: TELESUR

MALABO.— Il ministro di Sanità e Benessere Sociale della Guinea Equatoriale, Juan Ndon Nguema, ha segnalato il prezioso lavoro della Brigata Medica cubana che presta servizio nei centri di salute e negli ospedali di questo paese africano.
“Il lavoro del gruppo nella formazione di valori e comportamenti etici è molto meritorio”, ha detto  Ndon Nguema, nell’ambito di una manifestazione per il Giorno Internazionale dell’Infermería (tutti i 12 maggio), ha riportato Prensa Latina.
Attualmente l’80 % di tutti gli infermieri del paese  rafforzano le conoscenze e la preparazione nel loro lavoro per migliorare le capacità del sistema di salute, grazie alla presenza delle infermiere della brigata di collaborazione cubana.
“Le relazioni di cooperazione tra Cuba e la Guinea Equatoriale sono eccellenti”, ha aggiunto ed ha ringraziato per l’appoggio del governo e del popolo cubani.
Il ministro ha applaudito l’operato delle infermiere dell’Isola che, con il personale sanitario nazionale realizzano l’obiettivo tracciato dall’esecutivo guineano nel suo programma economico - sociale denominato *Horizontes 2020*, nel quale  una delle  mete è “Una salute di qualità per tutti”.
Il capo della Brigata Medica, dottor Rolando Marcial, ha ratificato che si mantiene un’alta disposizione da parte del governo de L’Avana nell’appoggio a questo ministero, come l’attenzione preventiva al popolo con il fine di sradicare malattie prevenibili e migliorare la qualità di vita, ha aggiunto.
Durante la cerimonia è stata ricordata la britannica Florence Nightingale (1820-1910), considerata un esempio di abnegazione, la madre dell’infermeria moderna e fondatrice della prima scuola d’infermeria nel mondo. (Traduzione GM – Granma Int.)