ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Internet

L’ex presidente uruguaiano  José Mujica ha ricevuto il combattente antiterrorista Ramón Labañino, ed ha parlato con lui in maniera colloquiale per circa un’ora delle sfide del mondo attuale.

“Entrate, entrate! È una casa piccola, ma ci stiamo tutti!”, ha detto l’attuale senatore del Frente Amplio dando il benvenuto in casa sua alla piccola delegazione formata da Ramón, la moglie dell’Eroe, Elizabeth Palmeiro, l’ambasciatrice Mercedes Sotolongo, e altri funzionari della sede diplomatica cubana a Montevideo, ha informato Prensa Latina

Accompagnato da sua moglie, la senatrice Lucía Topaloski, Mujica ha analizzato l’offensiva del capitalismo in America Latina e i nuovi metodi usati dalle oligarchie locali in combutta con gli Stati Uniti, per far cadere i processi democratici.
Mujica ha anche fatto riferimento allo sviluppo delle tecnologie e in particolare alla meccatronica, che obbligherà ad adattarsi a nuove condizioni totali in materia di lavoro.

Poi ha sottolineato a questo  proposito, che la lotta per diminuire la giornata di lavoro dovrà essere mondiale, perché in alcuni posti di lavoro durerà sei ore mentre in altre sarà di 13 e quindi “di che competitività si sta parlando?”, ha chiesto, ed ha informato su un’impresa in un paese che produce 30.000 lattughe al giorno e dove la mano d’opera è formata da robots.

“Questo è uno dei problemi ai quali dobbiamo pensare”, ha aggiunto Pepe Mujica.

Ramón Labañino ha ringraziato a nome dei suoi fratelli Gerardo Hernández, René González, Antonio Guerrero e Fernando González, per la solidarieta ricevuta nei lunghi anni di reclusione negli Stati Uniti.

Condannati e lunghissime reclusioni, dopo un processo manipolato, René e Fernando tornarono liberi nel 2013 e 2014, rispettivamente, dopo aver scontato le loro ingiuste condanne.

Gerardo, Ramón e Antonio sono stati liberati il 17 dicembre del 2014, come parte dei negoziati tra  Cuba e gli Stati Uniti, che poi hanno aperto il passo al processo di ristabilimento delle relazioni bilaterali.

Al termine dell’incontro, Elizabeth ha offerto a Pepe Mujica il libro *Ritratto di un’assenza*, che racconta la storia dei Cinque antiterroristi cubani da una prospettiva umanista. (Traduzione GM – Granma Int.)