ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Roma - Un totale di 34 paesi, includendone 27 in Africa, necessitano attualmente aiuti alimentari esterni per via della siccità, delle inondazioni e dei conflitti civili, afferma un rapporto dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO).

La cifra è aumentata rispetto ai 33 paesi segnalati in dicembre, dopo l’incorporazione dello Swazilandia, si legge nel rapporto intitolato *Prospettive di raccolti e situazione alimentare.

La siccità associata al fenomeno di El Niño ha ridotto drasticamente le prospettive della produzione agricola per il 2016 in Africa australe, e le aspettative dei raccolti in Maricco e in Algeria sono calate sempre per via della siccità, prosegue il rapporto.

Nelle zone dell’America Centrale e dei Caraibi la siccità continua associata al fenomeno di El Niño e potrà danneggiare anche il raccolto delle coltivazioni stagionali principali per il terzo anno consecutivo, sottolinea il comunicato.

Intanto i conflitti in Iraq, Siria, Yemen, Somalia e nella Repubblica Centroafricana hanno danneggiato duramente il settore agricolo, peggiorando la crisi umanitaria in questi paesi.

Nella maggioranza dei casi le conseguenze del conflitto si sono estese ai paesi vicini come il Camerun e la Repubblica Democratica del Congo, che ricevono i rifugiati.

(Traduzione GM – Granma Int.)