ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Gli Stati Uniti hanno annunciato ieri, martedì 15, una maggior flessibilità alle norme per viaggiare a Cuba e per l’uso del dollaro da parte del Governo cubano, e con questo hanno eliminato nuovi ostacoli nella relazione dei due paesi, cinque giorni prima della visita storica del presidente Obama a L’Avana.

Il governo ha annunciato che gli statunitensi adesso possono viaggiare personalmente e individualmente a Cuba invece di dover fare viaggi costosi di gruppo.

Questo significa che qualsiasi statunitense può andare legalmente nell’Isola, sempre e quando sia impegnato in un programma a tempo completo di attività di scambio educativo, destinato a migliorare il contatto con il popolo cubano, appoggiare la società civile di Cuba e promuovere l’indipendenza del popolo cubano dalle autorità del paese, precisa il comunicato ufficiale.

Si spera che la misura aiuti a riempire la domanda dei voli diretti che le linee aeree statunitensi sperano di realizzare nei prossimi mesi.

Le nuove misure permetteranno alle banche di processare transazioni del Governo cubano con passaggi momentanei nel sistema bancario nordamericano.

La proibizione di queste transazioni impediva a Cuba di comprare e vendere beni internazionalmente ed era una delle più forti accuse de L’Avana sul blocco statunitense.

Tra l’altro “si autorizzeranno le istituzioni bancarie degli USA a processare investimenti monetari in dollari statunitensi che includano contanti e assegni del viaggiatore presentati indirettamente da istituzioni finanziarie cubane.

Inoltre i conti corrispondenti in banche di terzi paesi usati per questo tipo di transazioni, potranno, partendo da adesso, essere denominati in dollari USA. Ugualmente si permetterà alle banche statunitensi d’aprire e mantenere conti negli USA, perché i cittadini cubani in Cuba possano ricevere pagamenti negli Stati Uniti per transazioni autorizzate e si rimettano questi pagamenti di nuovo a Cuba,

come hanno spiegato i dipartimenti del Tesoro e del Commercio.

Secondo gli analisti questo faciliterà la contrattazione dei giocatori di baseball e di altri sportivi come gli artisti cubani negli USA.

       Alcune flessibilità al commercio

Tra gli annunci della giornata s’informa che la OFAC espanderà le autorizzazioni per la presenza fisica in Cuba, con uffici di rappresentazione, etc, di entità vincolate a progetti umanitari e attività non commerciali per offrire un appoggio al popolo cubano ed anche a fondazioni private, istituzioni educative e d’investigazione vincolate alle attività autorizzate nelle 12 categorie dei viaggi a Cuba.

La OFAC autorizzerà anche la presenza di affari come le imprese miste per esportatori di articoli autorizzati, per esportare e ri- esportare a Cuba, per i fornitori di servizi postali e pacchi e i fornitori dei servizi di viaggi e carichi aerei autorizzati. Il regolamento chiarisce che permetterà che i prodotti autorizzati all’ esportazione e la re - esportazione a Cuba possono essere assemblati nella nazione dei Caraibi.

Da oggi si permetterà l’importazione negli Stati Uniti di software prodotti in Cuba e questo si unisce all’autorizzazione precedente di permettere l’importazione di applicazioni per i cellulari fatti in Cuba. Le nuove regole autorizzano le navi da carico autorizzate ad andare con carichi verso Cuba e dopo dirigersi con altri carichi verso un terzo paese.

In linea con la strategia nordamericana di promuovere il settore privato in Cuba, le nuove regole apportano l’autorizzazione caso a caso di licenze per facilitare l’esportazione a Cuba di item che facilitino la successiva esportazione da Cuba di articoli prodotti per il settore non statale dell’economia.

Le misure annunciate dai dipartimenti del Tesoro e del Commercio, entrano in vigore da oggi mercoledì 16 marzo.

“Questi emendamenti storici fanno avanzare la azioni storiche del presidente Obama per migliorare la relazione del nostro paese con Cuba e il suo popolo”, ha affermato la segretaria del Commercio, Penny Pritzker.

“Questi passi non solo espandono opportunità per l’impegno economico tra il popolo cubano e la comunità degli imprenditori statunitensi, ma miglioreranno la vita di milioni di cittadini di Cuba”, ha aggiunto. ( Traduzione GM - Granma Int.)