ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Le strade del Venezuela si sono svegliate per l’animazione, perchè tutto il paese è andato verso le piazze e i viali, per vedere la fine del carnevale, una delle feste più animate della nazione sudamericana.

A Caracas, il Paseo de los Próceres pieno di alberi, ha accolto la sfilata di chiusura con compagnie di spettacolo, cittadini in costume, orchestre di salsa ed anche organizzazioni politiche. Ogni città della geografia venezuelana ha la sua forma caratteristica di celebrare questa festa popolare.

A El Callao (stato Bolívar), si formano sfilate di maschere di 300 persone e i preparativi cominciano da gennaio. Inoltre sono famose le madame vestite con costumi tradizionali e i diavoli che con maschere e tridenti accompagnano i festeggiamenti con le musiche tradizionali.

Puerto Cabello (Carabobo) organizza il carnevale dalla fine del XIX secolo e un gruppo di giudici valuta la vistosità delle maschere, mentre a Merida, capitale dello stato con lo stesso nome, si realizza la Festa del Sole, di grande attrazione turistica.

Barquisimeto, Carúpano, Valencia, Maturín sono alcune della città più importanti per l’organizzazione di queste feste e non tralasciano spese nè misure di sicurezza.

Assieme alle esplosioni di allegria, le piazze stracolme, gli stand di cibo e ricordini, attraggono i ladri che approfittano dell’occasione per derubare gli sprovveduti.

“Quest’anno le autorità federali e regionali hanno spiegato mezzo milione di agenti per mantenere la popolazione sicura”, ha spiegato il ministro delle Relazioni Interne, Gustavo González.

“Grazie all’accortezza del potere centrale la quantità di incidenti è diminuita tra il 40% e il 60% rispetto al 2015”, ha detto il viceministro di Gestione del Rischio e Protezione Civile, William Martínez.

Intanto continua anche il torrente di persone che si avvia verso le spiagge, i parchi e gli alberghi all’interno del Venezuela, perchè ognuno celebra il carnevale a suo modo.

“Il 7 e 8 febbraio non meno di un milione di venezuelani sono partiti per trascorrere in vacanza questi giorni di festa”, ha aggiunto Martínez.

Per questo sul totale degli agenti spiegati dal Governo federale, 140.000 sono destinati alla sicurezza nei luoghi scelti per le vacanze.

8000 automobili, 12.000 moto e più di 400 ambulanze con 230 carri dei pompieri e navi della guardia costiera sono in allerta per qualsiasi emergenza.

Ieri un’adolescente di 17 anni è stata salvata grazie all’azione congiunta della marina e l’aiuto di droni aerei, che hanno individuato la giovane quando la corrente la stava trascinando in alto mare, mentre si faceva il bagno in compagnia di amici. (Traduzione GM - Granma Int.)